I gemelli di George Clooney nasceranno a giugno

George Clooney e la sua moglie, Amal Clooney, sono n attesa di due gemelli, un maschio e una femmina. La notizia era rimbalzata all’inizio di questo mese e la madre dell’attore, Nina, e l’amico Matt Damon avevano confermato la cosa, mentre la coppia era rimasta in silenzio.

Adesso, George Clooney giunto in Francia lo scorso fine settimana per ricevere un premio, ha commentato il fatto di diventare padre per la prima volta.

“Siamo molto soddisfatti ed entusiasti. Sarà un’avventura, ha detto l’attore. Abbiamo accettato tutte le avventure della nostra vita con le braccia aperte”, ha commentato parlando con i giornalisti francesi.

Ha anche detto che i suoi amici lo hanno incoraggiato, dicendogli che sarebbe stato un buon padre, quando manifestava le sue perplessità osservando che i suoi coetanei hanno già i figli che vanno all’università.

L’attore, avrà 56 anni quando i suoi gemelli nasceranno e Clooney ha scherzato dicendo di sentirsi “un po rassicurato” sulla sua età, guardando i padri che hanno avuto i loro figli anche più tardi di lui, come Jean-Paul Belmondo, che ha avuto a 70 il suo quarto figlio, nel 2003.

George Clooney e Amal si sono sposati in Italia, a Venezia, nel 2014. I loro gemelli sono attesi per il prossimo giugno.

Per una coppia decidere di diventare genitori è una scelta molto importante. E sul tema
Mani e piedi spesso gonfi; sudorazione eccessiva, sensazione di disagio, oltre a stress e stanchezza
Che la gravidanza sia un periodo estremamente delicato per la salute di una donna è
Gravidanza e allattamento costituiscono le basi dello sviluppo umano. In tutti e due i cicli

George Clooney: i migranti sono persone come noi

George Clooney, si sa, talora sposa la causa dei più sfortunati. Invitato a parlare in una cerimonia di premiazione a Yerevan, in Armenia, sulla crisi della migrazione in Europa, ha chiesto ai paesi interessati di dimostrare empatia per i migranti.

“Li chiamiamo ‘rifugiati’, mentre sono solo persone come te e me”, ha osservato l’attore, raccontando: “La mia famiglia era fuggita negli anni della carestia in Irlanda e si era stabilita negli Stati Uniti. Al loro arrivo, i membri della mia famiglia erano stati chiamati ‘migranti’. “Tuttavia, se si stava in piedi davanti a loro e ci si prendeva il tempo per guardarli negli occhi si poteva vedere che quegli irlandesi erano solo dei semplici contadini in fuga dalla carestia”.

“La semplice verità è che tutti noi qui stasera siamo il risultato di qualche atto di gentilezza”, ha detto. “Siamo tutti saliti sulle spalle di persone buone che non hanno distolto lo sguardo quando eravamo in difficoltà, ha precisato Clooney, a Yerevan, invitando all’assistenza e all’assunzione delle proprie responsabilità nei confronti dei migranti.

GENOCIDIO ARMENO

L’attore era in Armenia domenica, a Erevan, per la commemorazione del genocidio armeno, che ha avuto luogo esattamente 101 anni fa.

George Clooney, durante la conferenza ha anche invitato il mondo a riconoscere il genocidio armeno, che ha fatto più di 1,5 milioni di morti tra il 1915-1917.

Amal Clooney come avvocato difende già l’Armenia dinanzi alla Corte europea dei diritti dell’uomo contro il negazionista turco Dogu Perinçek.

Georges Clooney era arrivato sabato nell’ex Repubblica Sovietica per partecipare alla camminata annuale.

L’attore statunitense fa parte del comitato che assegna il premio Aurora, voluto dal governo armeno a favore di coloro che mettono a rischio la loro vita per salvare gli altri.

CLOONEY

Gli antenati irlandesi di Clooney erano emigrati quando il paese era stato attraversato dalla peggiore carestia del XIX secolo.

L’attore è un attivista umanitario per il conflitto del Darfur.

L'inviato speciale dell'ONU per i rifugiati (UNHCR) Angelina Jolie ha esortato le potenze mondiali martedì
La Commissione europea mercoledì ha proposto di concedere 700 milioni di euro in tre anni
Papa Francesco ha invitato domenica tutte le comunità cattoliche in Europa a ospitare ciascuna una

Amal e George Clooney belli e complici alla prima di ‘Hail, Caesar’

Il 1° febbraio Amal Clooney ha sfilato con il marito alla prima mondiale dell’ultimo film dell’attore, ‘Ave, Cesare!’ (Hail, Caesar), dei Fratelli Cohen, a Los Angeles.

George Clooney e Amal sono apparsi più innamorati che mai, quando sono arrivati ​​insieme sul tappeto rosso.

L’avvocato Amal indossava un mini abito bianco con dettagli floreali rossi, oltre a un paio di scarpe lamé, pochette abbinata e…rossetto rosso.
Leggi tutto “Amal e George Clooney belli e complici alla prima di ‘Hail, Caesar’”

George Clooney, si sa, talora sposa la causa dei più sfortunati. Invitato a parlare in
George Clooney ha detto scherzando che si sente un idiota quando parla con sua moglie

George Clooney si sente un idiota quando parla con sua moglie

George Clooney ha detto scherzando che si sente un idiota quando parla con sua moglie Amal Alamuddin.

La donna, 37 anni, si è laureata nella Oxford University e nella New York University School of Law. Amal è decisamente colta, per cui l’attore 59enne ha detto: “Spesso, mi sento un idiota parlando con mia moglie”.

I due recentemente hanno celebrato il loro primo anniversario di matrimonio.

Siamo andati al memorial di Jerry Weintraub, ha raccontato Clooney, poi abbiamo celebrato l’anniversario al Sunset Tower Hotel’s Tower Bar. “È stato fantastico. Abbiamo cenato… E ‘stato divertente”, ha raccontyato l’attore.

Il giorno del matrimonio deve essere semplicemente perfetto: è questo il desiderio più grande delle
Ordinare il vestito per lo sposo su misura e in e-commerce, regalarsi scatti dal drone
Prima di arrivare al "fatidico sì", si passano giorni da incubo: quelli dei preparativi. Tra