Kyiv una metropoli da scoprire fra lusso, arte e gastronomia

Kyiv è l’ortografia corretta del nome della città che meglio riflette la diretta traslitterazione dal suo nome ucraino, e non Kiev che è una trascrizione diretta della grafia russa.

La capitale dell’Ucraina è una città tutta da scoprire, oltre a essere l’anima del paese è uno dei luoghi più accoglienti e affascinanti d’Europa. La metropoli ha cambiato aspetto negli ultimi anni: la crescita economica e la rivoluzione culturale ha fatto si che la città si sia affermata come capitale del lusso e della moda e ha sviluppato un fascino e un carattere unico. Secondo la classifica di dicembre 2018 della Lonely Planet, Kyiv è al terzo posto fra le dieci capitali europee dello shopping, come dimostra anche lo straordinario Lavina Mall, un centro commerciale di lusso di ben 179.000 metri quadrati.

Kyiv ha visto molti caffè di tendenza aprirsi nelle sue affollate vie del centro, in cortili nascosti o all’interno di centri d’arte come al Pinchuk Art Centre, dove si trova il One Love Espresso Bar, uno dei caffè più in voga della città, situato al sesto piano del Museo, famoso per la sua sorprendente vista panoramica della città e il suo design minimalista. Il Pinchuk Art Centre, inaugurato nel 2006, possiede una considerevole collezione privata ed è uno dei più grandi e dinamici centri ​​d’arte contemporanea d’Europa. Le sue gallerie espositive, fino al 7 di aprile di quest’anno, offrono la mostra di ventuno artisti provenienti dai cinque continenti e selezionati per la quinta edizione del Future Generation Art Prize 2019, premio nato nel 2009 per promuovere l’arte contemporanea e gli artisti under 35. In Italia li vedremo in mostra a Venezia durante la prossima Biennale dal 9 maggio all’1 agosto. La mostra intende indagare sulle relazioni che intercorrono tra le tradizioni e le realtà attuale in un mondo globalizzato.

Il posto ideale per un tour enogastronomico tra i sapori ucraini è il Bessarabsky Rynok, il più grande e famoso dei mercati della città, situato in un imponente ed elegante edificio in stile Liberty. Il mercato è il punto di riferimento per fare acquisti nel centro di Kyiv e al suo interno ci sono alcuni tra i più famosi ristoranti e caffetterie del paese, come il Vyetnamskiy Privet, uno sfizioso ristorante orientale o la Prosciutteria Wine & Deli, un raffinato ristorante che serve prodotti locali ucraini ispirati alla tradizione culinaria italiana.

I più golosi potranno assaporare il cioccolato Roshen in vendita in tutti i migliori bar e negozi della città. La gamma di cioccolato Roshen è una combinazione di eccellenti ricette dei maîtres chocolatiers della maison che garantiscono un prodotto finito di alta qualità.

Per chi invece è alla ricerca di uno shopping tradizionale e raffinato l’Andriyivsky Uzviz, letteralmente “discesa”, è il quartiere giusto. Luogo tra i più affascinanti e pittoreschi della città, questo quartiere del centro, consente di passeggiare alla scoperta di antichi caffè, ristoranti tradizionali, gallerie d’arte e numerose botteghe di artigiani dove è possibile acquistare prodotti locali. Si tratta di una ripida strada acciottolata che culmina in cima alla collina dove si erge la splendida Cattedrale di Sant’Andrea con le sue cupole blu e oro che donano allo spettatore un immediato senso di bellezza e magnificenza che rinviano a quel barocco policrono, unico e singolare, dell’architetto italiano Bartolomeo Rastrelli, lo stesso che a San Pietroburgo realizzò il Palazzo d’Inverno, a Puškin il Palazzo di Caterina e a Peterhof la Reggia di Pietro. Kyiv è famosa per i suoi maestosi luoghi di culto iscritti nel patrimonio mondiale UNESCO, di questi certamente da non perdere sono la Cattedrale di Santa Sofia caratterizzata dalle cupole verdi e dorate e il Pechersk Lavra, conosciuto come il Monastero delle Grotte.

La città offre diverse possibilità di soggiorno in strutture di lusso dotate di ogni comfort come, ad esempio, l’Eleven Mirrors Design Hotel che gode di una posizione ideale nel cuore dell’antica e dinamica Kyiv, sulla via Bohdana Khmelnytskog. Ogni stanza è unica e arredata con uno stile minimalista e raffinato, uno staff eccellente assicura un soggiorno indimenticabile agli ospiti che desiderano rilassarsi e trovare un’oasi di relax fuori dall’intensa vita della metropoli. Il Premier Palace Hotel, costruito all’inizio del XX secolo nel cuore del centro di Kyiv, è l’unico hotel storico tra gli alberghi della città diventato il primo albergo a cinque stelle dell’Ucraina. Gli ospiti possono godere della sua atmosfera elegante grazie al design sofisticato, al comfort e al lusso unito all’accoglienza tradizionale ucraina. L’hôtellerie a Kyiv offre un’ampia scelta: dal lusso più sfrenato alle soluzioni più convenienti la capitale si distingue per l’ottimo rapporto qualità-prezzo delle sue strutture.

 

In pochi forse sanno che ‘O sole mio, la canzone italiana più celebre al mondo, è
Passeggiando tra i più bei parchi di Kyiv, capitale dell’Ucraina, si possono ammirare numerosi monumenti,
È una delle pagine più crudeli tra quelle che il Novecento ha prodotto ma, incredibilmente,

Weekend autunnali tra arte, gastronomia e storia

Siete alla ricerca di una meta per sfuggire al caos cittadino nei weekend d’autunno? Con i suoi colori e la sua atmosfera unica, questo periodo dell’anno è perfetto per programmare un intermezzo rilassante prima di entrare nel tourbillon natalizio. Dalle strade del gusto in Toscana a itinerari nelle Ardenne sulle orme della storia, fino a una route termale nel cuore della Francia: le opzioni di viaggio che vi attendono sono le più disparate. Ad aiutarvi nella scelta arriva TomTom, che grazie alla sua grande esperienza nella navigazione vi guida in un tour europeo attraverso 10 tra gli itinerari più affascinanti disponibili su Road Trips, la sua piattaforma online che permette ai viaggiatori di lasciarsi ispirare, pianificare e godersi i percorsi più belli del mondo. Siete pronti? Avvio itinerario!

Atlantic Highway – Regno Unito

636397585091760710GRPer gli amanti dei viaggi on the road che non disdegnano l’idea di noleggiare un’auto all’estero, le opportunità sono molteplici e alcune anche molto pittoresche. Come, ad esempio, la strada panoramica che attraversa le contee di Somerset, Devon e Cornovaglia nella penisola sud-occidentale dell’Inghilterra. Il primo tratto del percorso attraversa il cuore del Parco nazionale di Exmoor, la patria del cervo rosso. Guidando lungo le dolci colline, è possibile scoprire paesaggi boschivi di grande fascino. La strada attraversa numerosi villaggi incantati, con molte opportunità di sosta per gustare un delizioso Cream Tea. Continuando verso sud invece le strade hanno una vista panoramica sull’oceano mozzafiato, arrivando fino agli imponenti faraglioni rocciosi di Land’s End, nel capo più a ovest della Cornovaglia.

 

Route Thermale – Francia

636395243788180744TIUn itinerario lungo l’Alvernia, nella Francia centro-meridionale, che riunisce, in una sintesi perfetta, natura lussureggiante, benessere e cultura. La Strada delle città d’acqua si dipana infatti attraverso dolci colline, splendide stazioni termali e comprende i parchi regionali più grandi d’Europa, con ben 80 duomi lavici e crateri. Qui le numerose sorgenti naturali hanno un alto contenuto di minerali e per questo motivo sono meta di viaggiatori da tempo immemore. Lungo il percorso, sono molti i villaggi che conservano intatta la loro bellezza e il loro patrimonio storico, con favolosi esempi di architettura barocca, neoclassica e Art Nouveau. L’ultima tappa? La regina delle città termali: Vichy.

 

Strada tedesca del vino – Germania

636395044069340121YLLa strada tedesca del vino, la cosiddetta Deutsche Weinstraße, risale al 1935 ed è una delle più vecchie del mondo nel suo genere. L’itinerario panoramico attraversa le colline della foresta dell’Alto Palatinato, una delle più grandi d’Europa e che comprende la magnifica Riserva della biosfera dei Vosgi settentrionali dell’UNESCO. Lungo il percorso si possono ammirare numerosi vigneti storici, tra cui Gewürztraminer e Riesling, immersi in un panorama molto suggestivo, costellato di ville, castelli, villaggi agricoli e una natura rigogliosa con alberi di limoni e kiwi che crescono in grande quantità in questa regione. Per godere appieno dei sapori locali, TomTom consiglia di percorrere l’itinerario in un paio di giorni: infatti nonostante la strada sia lunga solo 83 km, i punti di interesse sono moltissimi e davvero imperdibili.

 

Wild Atlantic Way – Irlanda

94824La “Wild Altanctic Way” si snoda lungo la costa occidentale dell’Irlanda e con ben 2600km è la strada segnalata più lunga del mondo. Se non avete tempo per percorrerla tutta, potrete concentrarvi su uno dei tratti più fenomenali: l’incredibile panoramica sull’oceano che porta da Galway a Carrigaholt. Percorrendo la magica costa irlandese sarà possibile ammirare le gigantesche onde che si infrangono sulle scogliere di Moher (214 metri d’altezza), castelli abbandonati ricchi di fascino, ponti altissimi e una flora lussureggiante.

 

Lago di Garda – Italia

Un itinerario di 156Km con partenza da Riva del Garda, seguendo il profilo del lago mentre si scende verso la sponda orientale. Qui la natura vi stupirà con alberi di limone, di ulivo, e meravigliose pinete che intervallano pittoreschi porticcioli. Proseguendo a sud si incontra Sirmione, adagiata lungo la penisola omonima che si protende all’interno del lago. Potrete scegliere se visitare una Villa Romana o un castello del XIII secolo, mentre  sulla sponda occidentale troverete ad attendervi spiagge incontaminate, vigneti e montagne spettacolari che svettano lungo la strada tortuosa.

 

Battaglie della seconda guerra mondiale – Belgio

 

636307141852914143FOVolete immergervi in una delle pagine più famose della seconda guerra mondiale? L’itinerario che abbraccia i siti storici dell’offensiva delle Ardenne vi permetterà di rivivere quei giorni, fra strade disseminate di monumenti, targhe commemorative e siti che rievocano le imprese belliche. Nei musei dedicati, come il celebre December 44 Historic, potrete vedere uniformi, armi e perfino mezzi da guerra perfettamente conservati.


Strada Romantica – Germania

Sognate invece un viaggio romantico? Un itinerario panoramico nel sud della Germania, tra le Alpi bavaresi e il fiume Meno, è quello che fa al caso vostro. È in questa zona che è possibile visitare le città medievali più romantiche della Germania, con le loro architetture uniche tra barocco, gotico e rococò. Come Rothenburg ob der Tauber, anche conosciuta come “il Gioiello del Medioevo”, o Nördlingen, adagiata in uno dei più grandi crateri d’Europa, fino a giungere al magico castello di Neuschwanstein, la cui unicità ha ispirato il famoso castello di Cenerentola della Disney: il luogo ideale per un’ultima sosta in cui ammirare un panorama di laghi e vallate, con all’orizzonte le più alte montagne di Germania.


Toscana – Italia

636395918017449117QIGrazie ai suoi pittoreschi paesini di montagna, le dolci colline dal profilo arrotondato e i vigneti a perdita d’occhio, questo angolo di Belpaese è in grado di offrire itinerari artistico-culturali e gastronomici con pochi eguali al mondo.

Il percorso panoramico scelto da TomTom parte da Firenze, con il suo enorme patrimonio artistico, per raggiungere il cuore della regione. Tra le molte cittadine che incontrerete lungo il percorso, una menzione speciale la meritano Poppi, considerato uno dei borghi più belli d’Italia, e San Gimignano, con le sue incantevoli mura a difesa della città. La strada prosegue quindi verso il nord della Toscana, la porta d’accesso alle maestose Alpi Apuane, per giungere a Castiglione di Garfagnana, un assaggio di Medioevo che si affaccia sulle vette.


Spagna storica – Castiglia e León

636395897674329749YACon ben 6 siti Patrimonio mondiale dell’UNESCO e oltre 300 castelli medievali, Castiglia e León rappresenta uno dei più preziosi tesori di arte e storia che si possono visitare in Europa. Dalle cattedrali gotiche di Burgos al castello medievale di Soria, passando per il monumentale acquedotto romano di Segovia, e ancora Avila, Salamanca, Zamora, Medina del Campo e Valladolid. Lungo il percorso sarà difficile non rimanere colpiti dalla straordinaria diversità dei paesaggi e dalla ricchezza culinaria che si può gustare in questa zona della Spagna.


Cap de Formentor – Baleari

L’autunno può rappresentare un momento ideale per godersi temperature miti e andare alla scoperta del lato meno conosciuto delle Baleari. Ad esempio, a Maiorca vi attende uno degli itinerari più panoramici del mondo attraverso la strada di 140 km che collega Andratx, nella parte sud-occidentale, su fino allo splendido faro sulla punta nord, dove a 384 metri sul livello del mare termina il nostro viaggio.

 

 

L’estate si avvicina e GoEuro, la piattaforma di viaggi che permette di cercare e prenotare
Da una parte il divertimento e l’arte, dall'altra la ricerca neurologica. Il prossimo ponte pasquale
Vigevano, città che vanta un  ricco patrimonio culturale situata a soli 35km da Milano, è

Eventi gastronomici d’autunno alle Baleari

Anche questo autunno sono molti gli eventi dedicati alla ricca offerta gastronomica delle isole Baleari. In particolare a Ibiza e a Maiorca due appuntamenti promettono di tenere a lungo i visitatori “con le gambe sotto al tavolo”.

L’isola di Ibiza ospita dal 16 ottobre e fino al 10 dicembre la versione autunnale della manifestazione gastronomica Ibiza Sabor, uno degli appuntamenti più attesi dagli amanti della buona tavola. Oltre ad essere un’occasione unica per testare i prodotti locali, conoscere tradizioni culinarie centenarie e visitare aziende bio, Ibiza Sabor a ottobre e novembre dà la possibilità di godere della vera magia dell’isola: tranquillità, natura e clima mite. È il momento ideale per scoprire la più autentica Ibiza fuori della stagione estiva, le sue abitudini locali e le tradizioni millenarie.

L’iniziativa consiste in un viaggio gastronomico tra aromi e sapori che coinvolge oltre cinquanta ristoranti, della costa e delle zone interne, impegnati nel proporre ai turisti e ai locali menù degustazione e tapas a base di ricette tradizionali a prezzi speciali. Ciascun ristorante elaborerà in modo personale un piatto della tradizione anche in base alla diversa provenienza dall’isola e in relazione alla stagionalità dei prodotti disponibili.

Durante Ibiza Sabor saranno organizzati diversi eventi, non solo per far testare la cucina tradizionale ma anche per far scoprire i prodotti locali con visite a fattorie biologiche e cantine vinicole, partecipazione a laboratori di cucina e degustazioni.

Sull’isola di Maiorca – precisamente a Palma – si terrà dal 15 al 19 novembre la fiera gastronomica per eccellenza delle Baleari, TaPalma. Tutto il talento degli chef locali concentrato in piccoli e succulenti bocconcini, le “tapas”, considerate localmente una vera icona rappresentativa del modo di vivere isolano e TaPalma è il miglior omaggio che si possa rendere a questa cultura gastronomica.

Dopo il successo delle passate edizioni quest’anno si aggiungerà l’esperienza cocktail a quella gastronomica: i visitatori potranno infatti percorrere l’itinerario seguendo le tapas, integrando con un drink o un cocktail lungo la via, approfittando così di una visita alle bellezze del centro storico della città maiorchina in un periodo di bassa stagione. Durante i quattro giorni di manifestazione, la città sprizzerà creatività, proposte di grande livello e molto sapore.
Lunedì 13 novembre, due giorni prima dell’inizio dell’evento, ci sarà la celebrazione della TaPalma Contest 2017 presso l’Escola d’Hoteleria delle Isole Baleari. Nei locali della scuola si terrà inoltre una fiera professionale dedicata ai professionisti del settore, ma aperta al pubblico.
Un evento il TaPalma che si propone di accrescere la posizione di Maiorca, e in particolare della sua capitale, nel panorama della cucina spagnola di alto livello.

Prepara le valige e festeggia un carnevale insolito alle Isole Baleari: dal 10 al 13
Non esiste nulla di più romantico che un’isola di sabbia bianca, mare dall’acqua cristallina e
Le isole Baleari sono una delle destinazioni che meglio uniscono il turismo e lo sport. Nello specifico
Terminato il periodo natalizio, alle Baleari si continua a festeggiare. Sono molte le feste che si tengono

Repubblica Dominicana capitale della gastronomia

La Repubblica Dominicana è stata appena nominata capitale della cultura gastronomica dei Caraibi dall’Accademia ispanoamericana della Gastronomia e dall’Accademia Reale spagnola. La cucina dominicana è un mix di sapori che affonda le radici nel patrimonio di differenti culture, quella dei Tainos, della tradizione spagnola e africana ed è da questo melting pot che discende la gastronomia dell’isola. Queste influenze hanno costituito un patrimonio che acquisisce sempre più un carattere proprio e giorno dopo giorno si arricchisce di nuove influenze, inclusa la cucina asiatica,  con alcuni tocchi di cucina sperimentale e fusion.

In virtù di questo importante riconoscimento verranno organizzati nell’isola numerosi eventi dedicati al mondo gourmet durante tutto il corso dell’anno. Questa nomina è molto importante sia per lo sviluppo del turismo dominicano che per la crescita economica nell’isola ma anche per far scoprire ai turisti la deliziosa cucina creola.

La città di Santo Domingo in particolare è già ricca di indirizzi gourmet di alto profilo. Degno di nota è il ristorante Travesías a cura della giovane Chef Tita, un viaggio tra i sapori, aromi ispirati ad antiche ricette che utilizzano solo prodotti locali sapientemente elaborati. Tra i piatti da non perdere “Risotto de Chivo Endulzao”, “Chillo Boca Chica” (pesce accompagnato da banane fritte e avocado), “Salpicón de Pez León”, “Quipes de chivo”, “Chenchén con Cordero Estofado”, “Sancocho de la Costa” (a base di zucca), “Caldo Bayahibe”, “Centollo paraíso de Montecristi” (granchio gratinato con crema di latte, servito con yucca e avocado), “Dorado del Cayo” (pesce in salsa di cocco di Samaná). E ancora il Buche Perico, primo ristorante serra dei Caraibi, che presenta una cucina contemporanea dominicana con ingredienti del territorio e utilizzando tecniche sofisticate e creative. La chef e’ Paulette Tejada, una giovane dominicana con esperienza nelle cucine di AKELARE a Madrid (2 stelle Michelin) e al Public di New York (1 stella Michelin).

Anche in altre zone del paese, per esempio a Santiago de los Caballeros nel cuore dell’isola, di grande interesse è il ristorante Barttola Brasserie che ha appena accolto uno chef stellato di origine spagnola Javier Cabrera, 1 stella Michelin e 1 Sol Repsol. Questo ristorante ha sviluppato un nuovo concetto gastronomico di alta cucina con un’attenzione alla mise en place in un contesto architettonico di livello e dall’atmosfera piacevole. Con il suo arrivo nel paese, Cabrera è il primo chef stellato ad essersi trasferito in modo permanente nell’isola e a prendere la guida di un ristorante.

Chokkino rivoluziona il modo di bere cacao: finora il consumo di una bevanda al cacao
La Repubblica Dominicana promuove il suo cioccolato al Salon du Chocolat, la principale fiera internazionale dedicata a questo
Il 2018 è appena iniziato, ma la Repubblica Dominicana ha già pronto un ricco calendario di eventi
Si terrà dal 18 al 21 ottobre nell’esclusiva cornice della città di Santo Domingo in