I benefici del correre

Non serve molto, solo due gambe, un paio di scarpe comode e una buona motivazione e…correre genera benefici per la salute più di quanto si pensi.

Secondo uno studio condotto dalla University of South Carolina (USA), quando si corre, l’attività aumenta il numero dei mitocondri nei neuroni, riducendo l’affaticamento mentale.

L’Università di Yale, invece, ha trovato che correre è anche un’attività antidepressiva.

Uno studio del National Cancer Institute, negli Stati Uniti, ha mostrato la relazione tra il fare esercizio per lunghi periodi di tempo e la speranza di vita nei pazienti affetti da cancro. I pazienti che correvano regolarmente avevano prolungato la loro aspettativa di vita di tre – quattro anni.

Uno studio effettuato su 75.000 corridori ha trovato che la corsa non aumenta il rischio di soffrire di osteoartrite. Al contrario, in chi corre il rischio è inferiore rispetto a chi non è fisicamente molto attivo.

Correre diminuisce l’appetito, aumentando la sensibilità alla leptina, un ormone che manda al cervello un segnale di sazietà.

Una costante attività fisica inoltre rigenera i muscoli. Lo ha trovato uno studio dell’Università dell’Illinois il quale ha dimostrato che la corsa accelera il processo mediante il quale le cellule generano nuovo muscolo.

Solo 15 minuti di jogging ogni giorno riducono il rischio di depressione. E' meglio "allenarsi
Uno studio condotto dai ricercatori dell'Università del Québec, in Canada, ha trovato che per dimagrire
Per aumentare la memoria e l'attività cerebrale negli adulti più anziani, è importante mantenere elevati
Fare troppo movimento fisico è nocivo come farne troppo poco, secondo uno studio danese, pubblicato

Basta una corsa di 5 – 10 minuti per scongiurare le malattie cardiovascolari

Le persone che hanno scelto di fare una corsetta ogni giorno hanno il 45% di rischio in meno di morire di malattie cardiovascolari rispetto alle persone inattive.

Bastano solo cinque-dieci minuti al giorno per ridurre significativamente il rischio di malattia cardiovascolare e di mortalità precoce, secondo uno studio fatto nell’Università dello Iowa e pubblicato sul “Journal of the American College of Cardiology”.

Gli autori dello studio non hanno trovato differenze significative tra coloro che corrono poco, ad esempio solo 50 minuti a settimana, o molto, ad esempio 180 minuti alla settimana, rapidamente o lentamente, ossia a meno di 10 km/h.

Lo studio, condotto in Texas (Stati Uniti), con più di 55.000 adulti seguiti per 15 anni, che avevano un’età media di 44 anni, ha trovato che chi aveva scelto di correre aveva diminuito il rischio di morte prematura per malattie cardiovascolari dal 30% al 45% rispetto alle persone inattive.

Dallo studio è emerso che una corsa di 5 minuti porta benefici per la salute come una corsa di un quarto d’ora.

Qualsiasi quantità di corsa regolare è associata a un minor rischio di morte prematura, in
Le malattie cardiovascolari sono la principale causa di mortalità in tutto il mondo, tuttavia, un
Una delle cose significative che una persona può fare per ridurre il rischio di malattie
Un nuovo studio ha mostrato, per la prima volta, che le persone con malattie cardiovascolari