La zucca aiuta a perdere peso

La zucca non è solo molto gustosa, ma anche molto salutare. Contiene molta più vitamina A del cavolo e persino più fibre della quinoa

Inoltre, questo alimento autunnale aiuta anche a perdere peso. I prodotti ricchi di fibre fanno sentire sazi, stabilizzano lo zucchero nel sangue, dando energia per tutto il giorno.

Ma oltre ad aiutare a perdere peso, la zucca è salutare, perché è ricca di minerali, come il potassio, il magnesio e il ferro, che aiutano la pressione sanguigna a rimanere sana.

Proprio come una carota, anche la zucca arancione contiene beta-carotene, vitamina A e un’alta quantità di antiossidanti, che proteggono il corpo dalle influenze esterne dannose, come i raggi UV.

Inoltre, la zucca contiene vitamina C ed E, utili per il rinnovamento cellulare del corpo.

Mangiare regolarmente prodotti alimentari che contengono molti antiossidanti e potassio diminuisce i rischi di avere problemi cardiaci o di contrarre il cancro.

Le temperature in discesa ci stanno avvisando: l’autunno è arrivato con i primi freschi, tante
Charlene, una 30enne di Grenoble, ha avuto una grave intossicazione alimentare nello scorso mese di
Da venerdì 22 a domenica 24 settembre a Lana di Sotto si celebra la zucca,

La fibra è amica del cuore

I pazienti con insufficienza cardiaca che consumano più fibre alimentari tendono ad avere batteri intestinali più sani, cosa collegata a un minor rischio di morte o alla necessità di un trapianto di cuore.

Lo studio sulle fibre è stato presentato domenica a “Heart Failure 2019”, un congresso scientifico della European Society of Cardiology.

“Il nostro microbiota intestinale è costituito da miliardi di microrganismi che possono influire sulla nostra salute”, ha affermato l’autore dello studio, la dott.ssa Cristiane Mayerhofer dell’Ospedale universitario di Oslo, in Norvegia.

“Una ricerca precedente ha rilevato una riduzione della biodiversità microbica nell’intestino di pazienti con insufficienza cardiaca, e oggi mostriamo per la prima volta che questo è legato a basso consumo di fibre”, ha aggiunto.

Il lavoro ha anche collegato l’assunzione di carne con livelli più elevati di trimetilammina-N-ossido (TMAO) in pazienti con insufficienza cardiaca.

Ricerche precedenti avevano dimostrato che livelli più elevati di TMAO sono associati ad un aumentato rischio di eventi cardiovascolari e che i microbi intestinali svolgono un ruolo nella loro formazione.

Sarebbe prudente per i pazienti con insufficienza cardiaca limitare il consumo di carne a due o tre volte alla settimana, dice lo studio.

Il nostro microbiota intestinale è costituito da miliardi di microrganismi che possono influire sulla nostra salute.

“I nostri risultati suggeriscono che la composizione alterata del microbiota presente nei pazienti con insufficienza cardiaca cronica può essere collegata a un basso apporto di fibre”, ha detto la Mayerhofer.

La maggior parte delle persone in tutto il mondo non consuma la quantità di fibra
Elevati livelli di trimetilammina N-ossido (TMAO), un composto legato al consumo di pesce, frutti di
Più connessioni in fibra e più velocità, più sconti sulle assicurazioni auto, maggior tutela per

Il consumo di fibre previene molte malattie letali

La maggior parte delle persone in tutto il mondo non consuma la quantità di fibra necessaria per prevenire delle malattie potenzialmente letali, secondo una nuova ricerca commissionata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità , fatta dai ricercatori dell’Università di Otago e pubblicata su The Lancet.

Lo studio, fatto su 243 lavori, condotti in quasi 40 anni, ha rilevato che l’assunzione di almeno 25-29 g di fibre al giorno è legata a una riduzione del 15-30% dei tassi di tumori, potenzialmente letali, di ictus e di malattie cardiache. Ma in tutto il mondo la maggior parte delle persone consuma meno di 20 g di fibre al giorno.

Gli esperti hanno scoperto che per ogni aumento di 8 g di fibre, i decessi totali da malattia coronarica, diabete di tipo 2 e cancro del colon-retto crollano del 5-27 per cento.

I ricercatori non hanno riscontrato alcun rischio associato al consumo di fibre, ma gli autori della revisione nutrizionale hanno osservato che il consumo di molte fibre potrebbe avere effetti negativi per le persone con bassi livelli di ferro o di altri minerali. I cereali integrali, ricchi di fibre, a loro volta, possono ridurre ulteriormente i livelli di ferro.

“Questa ricerca conferma che l’assunzione di fibre e cereali integrali è chiaramente importante per la salute a lungo termine”, hanno detto gli esperti.

Scendi dalle nuvole, Esci dal guscio, Non mettere la testa sotto la sabbia: questi i tre messaggi della
Lo sviluppo di nuove tecnologie nel trattamento delle patologie oncologiche ha migliorato notevolmente la prospettiva
Sentiamo spesso dire che bisogna fare almeno 10.000 passi ogni giorno, per rimanere in salute.

SosTariffe.it: gli eventi top del 2017

Più connessioni in fibra e più velocità, più sconti sulle assicurazioni auto, maggior tutela per le bollette di luce e gas e più traffico dati nei pacchetti mobile: il 2017 è stato un anno positivo per i servizi come ADSL, luce e gas, RCA e telefonia. SosTariffe.it ha ripercorso il 2017 evidenziando le variazioni e gli eventi più significativi per questi settori.

Il 2017 è stato un anno ricco di eventi per quanto riguarda il settore dei servizi e delle utenze domestiche. I mercati di Telco, energia e assicurazioni sono realtà in continua evoluzione ed è importante, soprattutto per gli utilizzatori finali di questi servizi, capire verso quali direzioni le aziende private stanno spingendo, in modo da non avere brutte sorprese in fase di acquisto di ogni utenza.

Per questo SosTariffe.it ha elaborato una grafica che riepiloga i principali eventi che, quest’anno, hanno interessato i servizi di: ADSL e fibra, Energia e gas, assicurazione auto e telefonia mobile.

ADSL e Fibra: nel 2017 crescono copertura e velocità

Il 2017 per questo settore parte subito bene: a gennaio, infatti, l’AGCOM rileva come gli accessi in fibra oltre i 30 Mbps superino quelli ADSL inferiori ai 2 Mbps, sottolineando come la banda ultra larga sia in forte espansione nel nostro paese.

Questo trend positivo è confermato anche dalla rilevazione di SosTariffe.it di marzo: in questo mese, infatti, il sito di confronto tariffe fa i conti sulla copertura dei centri italiani e scopre che il 16,3% del totale dei comuni sono raggiunti da fibra ottica. Le regioni con la “rete più estesa” sono quelle del Sud, che può vantare il maggior numero di comuni dove la fibra ottica è stata attivata.

Il 2017 è stato anche l’anno dell’ampliamento della rete in fibra 1.000 Mega e a novembre SosTariffe.it rileva come questa tecnologia sia potenzialmente attivabile dal 22% della popolazione italiana.

Ad aprile, sempre SosTariffe.it rileva – grazie agli utenti che hanno effettuato lo speed test sul sito, dichiarando di avere un’offerta fibra attiva  che la velocità media di queste connessioni in fibra è pari a 43,9 Mbps in dowload.

La velocità media totale delle connessioni italiane viene, invece, rilevata a ottobre, mese in cui SosTariffe.it stima che in Italia si viaggia, mediamente, a 15,9 Mbps in download, velocità aumentata di oltre il 67% in un anno. Anche in questo caso le province del Centro – Sud sono quelle dove si rilevano gli aumenti di velocità maggiori.

Per quanto riguarda invece i prezzi delle offerte, settembre il sito di comparazione delle offerte rileva come i canoni medi per ADSL e fibra siano aumentati del 29,4% in 2 anni. Tuttavia nello stesso lasso di tempo sono diminuiti i canoni delle offerte promozionali (quelli proposti nel primo periodo di attivazione ai nuovi clienti), calo che viaggia di pari passo con l’aumento i servizi collaterali inclusi.

L’evento più significativo e atteso dell’anno, nel mondo delle tariffe ADSL e Fibra, è lo stop della fatturazione ogni 28 giorni dei canoni degli abbonamenti (introdotto gradualmente da tutti i provider dal 2016). Dal 2018, infatti, il costo dovrà tornare mensile e non si potranno più richiedere 13 mensilità agli utenti che attiveranno un abbonamento telefonico.

Energia e gas: liberalizzazione totale del mercato sempre più vicina

Doveva accadere nel 2018, ma ad aprile del 2017, AEEGSI ha deciso di far slittare a luglio 2019 la fine del regime di Maggior Tutela per il mercato energia e gas. Questo significa che i clienti di luce e gas che hanno all’attivo una fornitura del mercato tutelato, hanno un anno in più di tempo per valutare quale offerta del mercato libero attivare.

Per quanto riguarda il mercato del gas, a febbraio, SosTariffe.it rileva come la spesa maggiore per il riscaldamento riguardi le regioni dell’Appennino centrale, dove i consumi per riuscire a mantenere il tepore domestico risultano più costosi.

maggio, sempre grazie a un sondaggio interno, SosTariffe.it scopre come sia scemato l’interesse degli italiani per le tariffe biorarie (quelle che permettono di ottenere tariffe particolari in base agli orari di utilizzo dell’energia): gli utenti che, infatti, hanno comparato nel 2017 queste tariffe sono calati del 6% in un anno.

novembre diventa ufficiale: dal 2018 l’AEEGSI potrà intervenire nelle controversie tra privati e fornitori di luce e gas, ampliando la tutela dei consumatori. Sempre nello stesso mese l’Eurostat rivela che le bollette italiane sono tra le più care d’Europa. Tuttavia una buona notizia arriva a dicembre: AEEGSI impone che la fatturazione sia solo su consumi reali, scoraggiando l’invio di pensanti conguagli.

RC Auto: l’anno degli sconti e della scatola nera

Tra le decisioni più attese e confermate nel 2017 (ad agosto) c’è l’obbligo, per le compagnie RC Auto, diconferire sconti importanti a chi accetterà di far controllare la propria auto prima di stipulare la polizza, oltre che per chi installerà la scatola nera e/o alcolock.

A novembre l’IVASS fissa regole e parametri che le compagnie assicuratrici dovranno rispettare per applicare questi sconti, a partire dal 2018.

Per quanto riguarda i risparmi ottenibili fin da ora a giugnoSosTariffe.it, rileva come la Campania sia la regione dove si ottengono le migliori opportunità di risparmio individuando l’assicurazione meno cara, mentre a livello comunale questo primato va a Milano.

luglio, il sito di confronto tariffe pubblica una statistica  su base regionale  che presenta il costo medio di ogni nucleo familiare per assicurare tutte le auto di proprietà: i costi vanno da 826 € ai 1.824 € all’anno. In famiglia a spendere di più sono, tuttavia, i neopatentati: a ottobre, sempre SosTariffe.it, riscontra come i costi per assicurare un’auto intestata a un 18enne siano del 72% superiori al prezzo che sostiene chi ha la patente da più di 20 anni.

L’auto più assicurata d’Italia risulta essere la Fiat Grande Punto (rilevazione SosTariffe.it di giugno 2017).

Telefonia Mobile: mercato in fermento per l’arrivo di Iliad

L’evento top dell’anno per il settore della telefonia mobile è, a marzo, l’annuncio dell’arrivo di Iliad come quarto grande provider attivo in Italia.

Questo evento ha sicuramente contribuito alla nascita di Kena Mobile, ad opera di TIM, che fa il suo debutto sempre a marzo con tariffe low cost, seppur in 3G. Nonostante fosse confermato l’avvio delle commercializzazioni delle tariffe Iliad per l’autunno, ad oggi non si conosce ancora la data certa di lancio in Italia.

Il mercato non è stato a guardare e si è attivato per migliorare costantemente le offerte a partire dai piani “solo Internet Mobile”. Queste tariffe, solitamente utilizzate per navigare da pc, smartphone e tablet, hannoampliato l’offerta di traffico dati in un anno passando da 9 GB circa di media agli 11 GB di maggio 2017 (riuscendo a mantenere un prezzo medio dei pacchetti uguale a prima della variazione, pari a circa 13 euro).

Il 2017 sarà ricordato anche come l’anno in cui è stato eliminato totalmente il Roaming in Europa: da giugno, infatti, si può utilizzare la tariffa attivata in Italia anche negli stati esteri.

novembre, invece, si rileva come le tariffe per la telefonia mobile italiane siano tra le più basse d’Europa(fonte Telecamper).

dicembre, complici anche le super offerte natalizie, che tradizionalmente i provider veicolano in questo periodo, si raggiunge la media degli 8 GB inclusi nei pacchetti “tutto compreso”, mai successo nelle precedenti rilevazioni di SosTariffe.it.

Aprirà tra tre settimane a Milano il tradizionale appuntamento del mondo del franchising: la 31°
Google si è unito a un produttore di Hong Kong per il lancio di Infinix
Il produttore canadese del BlackBerry continua a stimare di avere un posto importante sul mercato