L’ortodonzia tra eccesso e difetto

L’ortodonzia tra eccesso e difetto, l’efficacia degli allineatori a volte discussadifferenti strategie e piani di cura dell’ortodonzia classica e traumatologica, sono stati alcuni dei principali temi trattati durante il Congresso Nazionale di ASIO, a Bologna dal 28 al 30 novembre, dal titolo: Teamwork in Orthodontics.

Leggi tutto “L’ortodonzia tra eccesso e difetto”

ASIO, Associazione Specialisti Italiani in Ortodonzia, dice “NO” all’ortodonzia “fai da te” e punta l’indice contro
L'edizione 2019 di THE NEW GENERATION FESTIVAL avrà luogo aFirenze, Giardino Corsini, il 28-31 agosto
E' stata recentemente inaugurata la quinta edizione di VolareArte, alla presenza di Gina Giani, Amministratore

Dolcetto o scherzetto? Consigli per un Halloween a prova di… carie!

Mancano ormai pochissimi giorni ad Halloween. La festività di origine celtica, ormai entrata a far parte della nostra tradizione, è particolarmente attesa dai più piccini, che non vedono l’ora di indossare costumi e maschere “spaventose”, ma anche e soprattutto di assaggiare le gustose leccornie raccolte attraverso la fatidica richiesta: dolcetto o scherzetto?

I bambini, così come gli adulti tentati dalle caramelle a forma di zucca o fantasmi, devono però stare attenti alle ricadute che questo eccesso di zuccheri potrebbe avere sui loro denti. In vista della notte delle streghe, Top Doctors® (www.topdoctors.it), la piattaforma online che seleziona e mette a disposizione degli utenti un panel formato dai migliori medici specialisti di tutto il mondo, ha stilato una lista di consigli per un Halloween a prova di… carie.

  1. Meglio il cioccolato
  2. Evitare le caramelle
  3. (Ancora più) Attenzione all’igiene orale

 

In generale il segreto, come sempre, è quindi nella moderazione e nella massima attenzione, soprattutto quando sono coinvolti i più piccini. “Nel caso in cui un bambino avverta dolore mangiando un dolce, il consiglio è di effettuare subito una visita di controllo dal dentista di fiducia: può essere infatti segno della presenza di una carie. Inoltre, è importante controllare sempre i denti dei bambini, anche quelli cosiddetti da latte” consiglia la dott.ssa Maria Gabriella Grusovin, Odontoiatra di Top Doctors®.

 

Feste mostruose in castelli avvolti nel mistero, percorsi in case infestate, ghost tour a lume
Stai cercando un po' d’ispirazione per la festa del 31 ottobre di quest'anno? Allora abbiamo
Manca davvero poco all’inizio dei divertenti e spaventosi festeggiamenti di Halloween. A movimentare le giornate

Ortodonzia fai date e pericoli in agguato

ASIO, Associazione Specialisti Italiani in Ortodonzia, dice “NO” all’ortodonzia “fai da te” e punta l’indice contro quelle multinazionali che, attraverso un’intensa attività di marketing, vendono direttamente ai pazienti mascherine dentali trasparenti senza verificarne la corretta indicazione e correttezza con visite e cure personalizzate dall’ortodontista di fiducia. ASIO si unisce così alle battaglie dell’American Association of Orthodontists (AAO) e del General Dental Council del Regno Unito (GDC), che proprio negli ultimi mesi, hanno dichiarato “guerra” a questa mal practice, denunciando in via ufficiale le aziende responsabili.

Come emerge da un recente sondaggio, condotto dall’Associazione Americana degli Ortodontisti (AAO), il 13% dei suoi specialisti ha visitato pazienti che hanno indossato allineatori dentali acquistati e misurati in proprio, con il “metodo fai da te” e in alcuni di questi sono stati rilevati danni irreparabili alle arcate dentali. Per questo motivo lo scorso anno l’AAO ha presentato denunce in 36 Stati Americani, sostenendo la violazione di quelle leggi che regolano l’esercizio dell’odontoiatria.

Anche in Italia, purtroppo, si sta diffondendo questa “moda” anche se ancora agli inizi.

Ma come funziona di preciso questa “pratica fai da te”? L’azienda, spedisce all’interessato un kit completo con i materiali per la auto-rilevazione domiciliare dell’impronta della propria dentatura, che viene poi rispedita all’azienda stessa. A questo punto parte la fabbricazione delle mascherine, che vengono poi spedite direttamente al cliente, che è libero di iniziare senza supervisione professionale il proprio trattamento ortodontico. Un metodo facile, veloce e dai costi ridotti che rischia di allettare numerose persone, a discapito della propria salute.

La diagnosi e la supervisione costante da parte di un ortodontista abilitato è quanto mai necessaria per tutte le fasi del trattamento ortodontico: dagli esami clinici e radiografici, dai modelli di studio e le scansioni della bocca fino alla pianificazione e supervisione di tutte le fasi del trattamento; per non dimenticare la fase di contenzione e dei controlli periodici post-trattamento.

“In Italia – sottolinea il Dott. Cesare Luzi, Specialista in Ortognatodonzia e Presidente dell’Associazione Specialisti Italiani Ortodonzia (ASIO) – la legge prevede che solamente chi è in possesso di titolo accademico specifico in odontoiatria possa praticare cure ortodontiche. Vista la complessità della materia esiste inoltre una scuola di specializzazione in ortodonzia che dura tre anni a tempo pieno che consente di formare gli esperti del settore, cioè gli Specialisti in Ortodonzia. Per questo motivo ASIO è al fianco delle altre Associazioni di categoria internazionali. Le terapie con allineatori trasparenti sono tanto interessanti quanto delicate e specialistiche, in quanto si adattano solo ad alcune tipologie di malocclusione e quasi sempre non raggiungono il 100% dei risultati promessi nelle varie simulazioni virtuali pre-trattamento che vengono mostrate al paziente. In un recente articolo sul New York Post risulta evidente come i rischi per la salute orale dei pazienti siano elevati. Ancora più recente è la notizia che una delle maggiori aziende che forniscono questo servizio, lo SmileDirectClub, ha superato i 1100 reclami sul sito del Better Business Bureau.

Luzi sottolinea inoltre come “Un riallineamento dei denti “fine a se stesso” possa spesso determinare un peggioramento funzionale nell’apertura di un morso per esempio o nello stesso allineamento dei denti, o ancora in altre situazioni che devono essere valutate in via preliminare da uno specialista in ortodonzia che saprà giudicare la convenienza, i modi ed i tempi di un trattamento corretto.”

“Ritengo infine – conclude il Presidente ASIO – fondamentale una corretta comunicazione con il paziente affinché possa rendersi partecipe e sicuro della propria cura, comprendendo appieno quelle strategie adottate per la sua salute orale. Non può essere sufficiente un breve test su Internet ed un acquisto in remoto per ottenere la correzione della propria malocclusione, senza tenere in debito conto non solo la sicurezza ma anche e soprattutto una valutazione specialistica, una corretta diagnosi, un monitoraggio continuo e costante dei progressi per raggiungere il risultato desiderato”.

L’ortodonzia tra eccesso e difetto, l’efficacia degli allineatori a volte discussa, differenti strategie e piani di cura
La bocca è lo specchio della salute: per questo l’odontoiatra e l’igienista dentale hanno un

Italiani pigri con lo spazzolino

La bocca è lo specchio della salute: per questo l’odontoiatra e l’igienista dentale hanno un ruolo di primo piano come sentinelle della salute. Le infezioni orali sono oggi studiate molto attentamente perché attraverso complessi meccanismi possono portare a danni sistemici. Un’attenta cura delle infezioni del cavo orale può contribuire dunque a migliorare anche la terapia.

Ogni paziente dovrebbe avere la giusta consapevolezza dell’importanza di un controllo periodico per prevenire le malattie orali e risparmiare nel futuro, visto che la prevenzione permette di evitare interventi più costosi e invasivi” evidenzia la professoressa Annamaria Genovesi, professore straordinario Università Guglielmo Marconi di Roma e Responsabile del Servizio di Igiene e Prevenzione orale dell’Istituto Stomatologico Toscano.

 

PREVENZIONE ORALE – Le prime forme di prevenzione da adottare sono un costante controllo e una particolare cura nella pulizia dei denti. I primi segni di disturbi gengivali includono rossore o gonfiore delle gengive, sanguinamento o comparsa di sangue dopo l’uso dello spazzolino, denti all’apparenza più lunghi e spazi più ampi tra i denti. Indipendentemente dalla comparsa o meno di questi sintomi, sarebbe necessario recarsi dal dentista e/o dell’igienista dentale due volte all’anno. Inoltre, seguendo i consigli del proprio igienista, sarebbe auspicabile lavarsi i denti almeno due volte al giorno con una media di spazzolamento corretto di almeno 4 minuti, contro gli attuali 30 secondi che è riscontrato nella media della popolazione italiana. Come riscontrato dai professionisti del settore, l’igiene interdentale pulisce l’85% del cavo orale, mentre il semplice spazzolino solo il 60%.

 

GLI IGIENISTI PRIME SENTINELLE DELLA SALUTE ORALE – In questa ottica il ruolo dell’igienista dentale sta assumendo un ruolo di primo piano nella primissima valutazione del paziente. “Essere in grado di eseguire una valutazione del paziente non solo da un punto di vista della salute orale, ma anche in modo più ampio è ciò che si richiede oggi alla figura dell’igienista dentale” aggiunge la professoressa Genovesi. “La saliva è il target di nuove ricerche e negli ultimi anni ha assunto un ruolo di primissimo piano nella diagnosi di numerose patologie. Un semplice test salivare, come un banale tampone, assolutamente  non invasivo, può infatti portarci moltissime informazioni sullo stato di salute del paziente. Ad esempio, è in grado di darci una valutazione dei livelli di stress ossidativo del paziente; lo stress ossidativo è un marker di estrema attualità che rientra a pieno titolo nella eziopatogenesi di numerose patologie, tra cui la malattia parodontale, il diabete, la cardiopatia ischemica. La missione di odontoiatri e igienisti è dunque quella di sensibilizzare sia i pazienti che la stessa classe medica, troppo spesso non a conoscenza di queste informazioni, al fine di creare percorsi diagnostico-terapeutici multidisciplinari, condivisi con tutti gli operatori che gravitano all’interno delle professioni sanitarie”.

 

“Le infezioni del cavo orale e altre malattie, come il diabete e le patologie cardiovascolari
Una nuova ricerca, fatta nell'Università di Ferrara, ha scoperto un tipo di herpes, che si
Diagnosticare il cancro in futuro sarà semplice ed economico. Basterà un po' di saliva per