Italia ristruttura il Blue Line Park di Busan, in Corea del Sud

Lo Studio Migliore+Servetto ha firmato un importante progetto di riqualificazione urbana nella città di Busan, in Corea del Sud: il Blue Line Park è un parco lineare che andrà a trasformare 5km di ferrovia dismessa, restituendo alla città un nuovo waterfront e allo stesso tempo offrendo ai visitatori attività diversificate che possano coinvolgere utenti di età e interessi differenti.
Quello che il visitatore sarà invitato a percorrere è un parco sonoro il cui percorso intreccia le suggestioni naturali con la storia passata e presente del luogo, all’interno di una narrazione in grado di fornire al visitatore percezioni inedite e sempre diverse nel tempo. Un percorso lineare che non si traduce unicamente nel tracciato dei binari della vecchia ferrovia, ma che si fa sintesi, non solo tra il passato del luogo e la sua forma attuale, ma anche tra quello che il parco è e quello che potrà diventare, un luogo reso vivo perché vissuto.
Il desiderio di vivere momenti unici è alla base di uno dei trend che più
Escalation militare tra le due Coree. Kim Jong-un, il leader nord-coreano, ha chiesto alle sue
I medici dicono che l'uomo coreano è sano, ma lui ha 26 anni e l'aspetto

9 destinazioni per essere al centro degli eventi del 2019

Il desiderio di vivere momenti unici è alla base di uno dei trend che più si sono affermati in questi ultimi anni: quello dei viaggi esperienziali, itinerari personalizzati arricchiti da proposte a tema (culturali, sportive, naturalistiche, culinarie…). «Agli operatori è richiesto sempre più un ruolo di consulenza e scouting delle novità più insolite e particolari» conferma Eleonora Sasso del reparto marketing di CartOrange, la più grande azienda italiana di consulenti di viaggio, specializzata in vacanze su misura. «Essere tra i primi a vedere qualcosa di nuovo, vivere un’esperienza irripetibile, poter dire “io c’ero”: sono elementi che per i viaggiatori di oggi valgono di più di qualsiasi souvenir». Ecco perché, alla domanda “quali sono le mete di tendenza del 2019?”, la riposta è solo una: quelle dove si potrà essere al centro dell’azione, tra celebrazioni, festival e nuove attrazioni. Eccone nove selezionate dai consulenti per viaggiare CartOrange.

 

USA: il Grand Canyon per festeggiare il centenario del parco nazionale

Il 2019 è l’anno delle “Centennial Celebrations” del Grand Canyon National Park in Arizona: l’anno prossimo sarà dunque il periodo migliore per visitare questo e altri parchi americani, perché ci saranno moltissime iniziative speciali, tra mostre, concerti e celebrazioni di ogni tipo. «A chi vuole scoprire queste zone, suggeriamo un itinerario che comprenda sicuramente escursioni a piedi o in bicicletta e, per i più avventurosi, un rafting sul Colorado River, proprio come Alexander Supertramp del film “Into the wild”» consiglia Eleonora Sasso di CartOrange.

 

Il Giappone per i mondiali di rugby (e per prepararsi alle Olimpiadi di Tokyo 2020)

«Il Giappone è una meta che negli ultimi anni ha avuto un successo incredibile e il 2019 non farà eccezione – spiega Eleonora Sasso –. I mondiali di rugby che si terranno tra settembre e novembre attireranno numerosi turisti, e in più si stanno ultimando i preparativi per le Olimpiadi di Tokyo 2020». Tutto è pronto per accogliere i visitatori dunque. Proprio in autunno i viaggiatori CartOrange potranno vivere esperienze particolari, per esempio assistere al Takayama Matsuri di ottobre, uno dei più importanti festival giapponesi. Per completare, una serata al Kokugikan di Tokyo a settembre, oppure a Fukuoka (Kokusai Center) a novembre, per assistere al torneo di Sumo!

 

La Cina per scoprire l’arte contemporanea e l’architettura del futuro

Non solo Grande Muraglia e Città Proibita: in Cina le vestigia del passato oggi convivono con novità proiettate del futuro. «La Cina sta diventando uno dei luoghi più eccitanti del mondo anche per l’arte e l’architettura contemporanea – spiega Eleonora Sasso –. Oggi un viaggio nel Paese deve comprendere almeno una sosta nei nuovi musei, come il Guardian Art Center a Pechino, il Tai Kwun Center for Heritage and Arts a Hong Kong e l’ultimissimo arrivato, il TANK a Shanghai, che dovrebbe inaugurare a marzo 2019». Dall’aeroporto di Pudong (Shanghai), prendendo il Maglev (treno a levitazione magnetica), è possibile visitare le antiche città d’acqua famose per le architetture tradizionali cinesi e i ponticelli che collegano le viette ospitanti botteghe e case tradizionali.

 

La Scozia per un nuovo museo dedicato al design

La Scozia è una meta nota agli italiani soprattutto per i castelli, gli scenari naturali, le tradizioni. La novità è che sta diventando un polo di attrazione per gli amanti del design. «Il nuovo Victoria and Albert Museum a Dundee, inaugurato appena lo scorso settembre, si candida ad essere una delle mete culturali più interessanti dei prossimi anni e promette di riqualificare una zona poco frequentata e conosciuta – spiega Eleonora Sasso –. La visita al museo può essere affiancata ad altre esperienze particolari nel paese, come partecipare agli Highland Games, manifestazioni di origine celtica che si svolgono da maggio a settembre in diverse città della Scozia».

 

La Corea del Sud per visitare i monasteri buddisti patrimonio dell’Unesco

In questo Paese che da pochissimo ha cominciato a lavorare sulla propria vocazione turistica ci sono molti luoghi da scoprire. «Per esempio i monasteri buddisti della parte meridionale della Corea del Sud, che sono da poco entrati a far parte della lista dei patrimoni dell’umanità protetti dall’Unesco – afferma Eleonora Sasso –. Inoltre, poco distante da Seoul si trova il villaggio Bukchon Hanok, dove ammirare l’antica architettura residenziale coreana. Si può dormire in una di queste case tradizionali su cuscini a terra mantenuti caldi dal sistema di riscaldamento del pavimento, l’Ondol». Con CartOrange si può anche fare l’esperienza di assaggiare le caratteristiche torte di riso dolce in una casa da tè tradizionale.

 

Il Marocco sulle orme di Papa Francesco

Fra pochi mesi Papa Francesco sarà il secondo pontefice a visitare il Marocco fra il 30 e il 31 marzo prossimi. Il Paese nordafricano è una meta sempre più gettonata, secondo Eleonora Sasso, «Proprio perché è un luogo dove la grande eredità culturale si sposa con un clima di dialogo fra le religioni e una forte tradizione di ospitalità». Dunque perché non seguire le orme del Papa? Oltre alla capitale, Rabat, e a Casablanca, la città più grande e il principale centro economico, CartOrange consiglia un soggiorno in riad nella mitica medina di Marrakesh per godersi ogni angolo e viuzza, fino a giungere nella bellissima Piazza di Jemaa El Fna per godersi lo spettacolo degli incantatori di serpenti, farsi disegnare un tatuaggio all’henné e assaporare delle prelibatezze della cucina tipica in uno dei tanti locali presenti in piazza con panorami mozzafiato.

 

La Giordania: nuove strutture alberghiere e nuovi collegamenti dall’Italia

Un Paese mediorientale da visitare in comodità e sicurezza è la Giordania, che negli ultimi anni ha investito molto nel turismo, forte della presenza di siti archeologici incredibili. «Nuove rotte aeree hanno recentemente aperto da Roma su Aqaba e da Bologna e Bergamo su Amman – fa notare Eleonora Sasso – mentre è stata potenziata l’offerta di hotel e resort nelle principali città, a Petra e sul Mar Morto». Ma a essere magico è il deserto: come il Wadi Rum, il più grande della Giordania, da esplorare con un’escursione in jeep 4×4. Questo deserto è chiamato anche “Valle della Luna” per i suoi paesaggi incontaminati, le formazioni rocciose e i canyon. Da non perdere il momento del tramonto e la cena in campo tendato.

 

I Balcani per vivere i festival musicali emergenti

I Paesi della ex Yugoslavia si stanno affermando come meta prediletta dai giovani per via dei prezzi contenuti e dell’offerta turistica sempre più ricca. Nel 2019 ci sarà fermento per alcuni festival musicali emergenti: «Da non perdere Ultra Europe in Croazia (Spalato, 12-14 luglio) per la musica elettronica – consiglia Eleonora Sasso –. E poi EXIT festival in Serbia, a Novi Sad (4-7 luglio), città che è stata inserita fra le destinazioni dell’anno Lonely Planet. E anche Sea Dance a Budva (agosto, date da definire), occasione per scoprire il mare del Montenegro». Dopo i festival, per esplorare i Balcani, CartOrange suggerisce anche un soggiorno presso il Faro Porer, unica costruzione sull’omonima isola croata, una romantica e indimenticabile esperienza.

 

In Finlandia con i bambini, tra mille eventi dedicati a loro e un Natale magico

Viaggiare con i bambini vuol dire pensare costantemente a come interessarli e intrattenerli, e i Paesi del Nord Europa sono pieni di proposte ed eventi dedicati proprio ai più piccoli. «La Finlandia ha un’offerta ricchissima– spiega Eleonora Sasso –. Da meno di due anni a Tampere è aperto il museo dei Mumin, i personaggi creati da Tove Jansson, ed è pieno di attrazioni interattive. Da non perdere nel 2019 anche il Carnevale di Lahti, il festival di teatro per bambini a Kouvola e Hippalot, festival di arte che coinvolge grandi e piccoli a Hämenlinna». Per non parlare dell’atmosfera incantata della Lapponia a Natale. I genitori al seguito potranno vivere esperienze come pernottare in un igloo di vetro per poter osservare il sole di mezzanotte; passeggiare in una città di legno; una corsa in slitta trainata da renne, adatta anche ai bambini più piccoli oppure un’escursione in un bosco per raccogliere frutti di bosco ed essere così a contatto con la natura come i finlandesi.

Tokyo è una città ricca di sorprese e nasconde molti tesori ancora tutti da scoprire.
Tokyo si prepara ad accogliere la primavera con la spettacolare fioritura dei ciliegi, l'hanami, uno degli eventi
C’è molta eccitazione nella capitale per l’apertura, il 14 marzo 2018, del nuovissimo Pokémon official shop,

Venti di guerra tra le due Coree

Escalation militare tra le due Coree. Kim Jong-un, il leader nord-coreano, ha chiesto alle sue truppe schierate vicino al confine di essere pronte a intervenire dopo lo scambio di colpi di artiglieria di giovedì 20 agosto 2015.

Le Nazioni Unite e gli Stati Uniti sono preoccupati per la possibilità di una ripresa della guerra tra i due paesi della penisola dell’Asia orientale.

La Corea del Nord ha dato tempo alla sua vicina del Sud fino a sabato, alle ore 17, per fermare la sua propaganda anti-comunista. Se non sarà rispettata la scadenza, Kim Jong-un minaccia di intervenire militarmente.

Le tensioni recentemente si sono riaccese tra Nord e Sud, dopo l’esplosione di una mina che ha ferito due soldati sudcoreani.

Pyongyang ha accusato Seoul di aver ripreso la sua guerra di propaganda sul confine, dopo 11 anni di silenzio, da quando il Sud ha autorizzato l’installazione di altoparlanti, che a pieno volume manda dei messaggi di propaganda sul confine tra le due Coree.

Pyongyang ha lanciato giovedì diversi proiettili di artiglieria nella direzione di uno di questi altoparlanti, secondo la Corea del Sud. Seoul ha risposto con decine di proiettili di artiglieria.

Forse, non è che l’ennesima escalation delle ostilità, dal 1953, anno in cui finì la guerra tra le due Coree.

Nel 1953, l’armistizio di Panmunjeom, pose fine alle ostilità tra le forze militari, ma non è mai stato firmato un trattato tra la Corea del Nord e la Corea del Sud.

Sony Pictures ha guadagnato più di 15 milioni di dollari con il film 'The Inter'
La commedia "The Interview", che narra di un immaginario omicidio del leader nordcoreano Kim Jong
Un parrucchiere londinese ha usato la foto di Kim Jong-UN per offrire uno sconto ai

Il Coreano di 26 anni che non cresce

I medici dicono che l’uomo coreano è sano, ma lui ha 26 anni e l’aspetto di un bambino di 10 anni.

Hyomyung Shin, questo il nome dell’uomo, adesso è famoso in Corea del sud, dopo essere apparso in un programma televisivo locale, e, ora, il video su Youtube che lo riguarda è diventato virale in tutto il mondo.

Nato nel 5 gennaio 1989, Hyomyung si è reso conto che aveva smesso di crescere solo a 18 anni.

I medici che si prendono cura di lui garantiscono che egli è sano. Con 1,63 m di altezza e l’aspetto di chi è ancora prepubere, Hyomyung ha una vita normale, lavora ed è rispettato. Fa anche il DJ, nel fine settimana

Ma le donne non credono alla sua vera età e lui sogna di avere una fidanzata. Inoltre deve sempre esibire un documento quando va fuori di notte o va a comprare delle bevande alcoliche.

Hyomyung dice di aver paura di invecchiare tutto d’un tratto.

Secondo lui, il suo caso non è unico in famiglia.

“Mia sorella anche sembra molto più giovane della sua età reale. Ha 31 anni e sembra una studentessa di liceo”, ha detto.

I media coreani dicono che Hyomyung ha una sindrome rara chiamata Highlander, ma i medici non sono d’accordo.

Per far crescere i capelli più velocemente non si ha bisogno sieri miracoli, c'è una
Un team internazionale di scienziati ha identificato quasi 700 varianti genetiche, che hanno un ruolo