Da alcuni frutti tropicali la cura per i calcoli renali

Secondo i ricercatori dell’Università di Houston, l’acido idrossicitrico (HCA), un composto chimico che è estraibile da alcuni frutti tropicali, potrebbe essere utile nella prevenzione dei calcoli renali dovuti alla formazione di cristalli di ossalato di calcio, nell’80% dei casi.

Pubblicato sulla rivista ‘Nature’, lo studio ha trovato che, in determinate condizioni, l’HAC è in grado di prevenire la crescita dell’ossalato di calcio e di dissolverlo in modo efficace.

Gli scienziati hanno cercato di determinare se il trattamento potrebbe avere effetti negativi a lungo termine testando l’AHC su sette persone.

“La nostra ricerca iniziale sembra molto promettente”, ha detto il professor Jeffrey Rimer, autore dello studio, aggiungendo che ulteriori studi clinici sono necessari.

Per il momento, semplici regole dietetiche e di vita limitano il rischio di formazione dei calcoli. Non utilizzare troppo sale nel cibo, bere almeno due litri di liquidi al giorno, fare attività fisica regolare ed evitare una dieta troppo ricca di proteine, può aiutare.

Anche bere una limonata, è raccomandato dai medici, in caso di calcoli renali.

La litiasi urinaria, all’origine dei calcoli renali, è una malattia caratterizzata dalla formazione di calcoli nei reni o negli ureteri, sono formazioni troppo grandi per essere evacuate dalla vescica.

Le onde d’urto e le procedure chirurgiche con strumenti classici o laser sono i trattamenti previsti quando i calcoli provocano molto dolore.

Un gruppo speciale di lipidi, i trigliceridi, quando sono presenti in concentrazioni elevate nel sangue,
Allarme diabete, sia in Italia che a livello globale. Preoccupano tanto i numeri attuali, dato
“I nuovi farmaci si sono rivelate utili sia per patologie cardiovascolari che per complicanze renali.
Il fosfato inorganico, un additivo alimentare molto usato nella "dieta occidentale" porta ad evitare l'attività

Calcolosi renale: i rapporti sessuali frequenti possono aiutare

Gli uomini che soffrono di calcoli renali possono più facilmente liberarsi di essi se hanno frequenti rapporti sessuali.

I movimenti fatti nell’atto sessuale e l’orgasmo facilitano l’espulsione dei calcoli.

Uno studio fatto dagli esperti del Training and Research Hospital di Ankara, i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista ‘Urology’, ha trovato che chi aveva avuto rapporti sessuali tre o quattro volte a settimana aveva espulso i calcoli nel 93,5% dei casi, contro l’81% di quelli che avevano assunto un certo medicinale e contro il 78% del gruppo di controllo.

Per il loro studio, i ricercatori turchi hanno analizzato per un mese la situazione di 90 uomini divisi in tre gruppi.

Al primo gruppo è stato chiesto di avere rapporti sessuali almeno 3-4 volte a settimana. Ai pazienti del secondo gruppo è stata somministrata della tamsulosina (0,4 mg / die), il terzo gruppo ha ricevuto la terapia medica standard, da sola, ed ha avuto la funzione di controllo.

Il tasso di espulsione dei calcoli è stato controllato dopo 2 e 4 settimane.

Secondo i nostri risultati, dice lo studio, ai pazienti con calcolosi renale può essere consigliato di avere rapporti sessuali 3-4 volte a settimana per aumentare la probabilità del passaggio spontaneo dei calcoli stessi.

Un gruppo speciale di lipidi, i trigliceridi, quando sono presenti in concentrazioni elevate nel sangue,
Allarme diabete, sia in Italia che a livello globale. Preoccupano tanto i numeri attuali, dato
“I nuovi farmaci si sono rivelate utili sia per patologie cardiovascolari che per complicanze renali.
Il fosfato inorganico, un additivo alimentare molto usato nella "dieta occidentale" porta ad evitare l'attività

Anche le piante fanno dei calcoli matematici

ArabidopsisDi notte, le piante devono utilizzare le loro riserve di nutrienti in modo efficiente fino all’alba. Una nuova ricerca del John Innes Centre in Inghilterra ha scoperto che alcune piante fanno calcoli matematici per poter sopravvivere senza la luce del sole per la fotosintesi.

“La capacità di eseguire calcoli aritmetici è vitale per la crescita delle piante e la produttività”, ha detto uno degli autori dello studio, il professor Alison Smith.
Leggi tutto “Anche le piante fanno dei calcoli matematici”

Gli abitanti delle città tendono a vivere più a lungo se si trovano in quartieri
  Copyright foto: “Stars For Europe“ Prendersi cura della Stella di
È davvero possibile aumentare la produttività dei dipendenti? Tutte le aziende sognano una produttività alle
Tornare a casa dopo una giornata trascorsa in ufficio e trovare un amico a quattro