Anche il MUDEC rende omaggio all’amore

Anche il MUDEC rende omaggio all’amore, in tutte le sue forme e sfumature, e lo celebra per un’intera settimana!

Da lunedì 11 a domenica 17 febbraio, approda al Museo delle Culture il Rossetti Design Park, un’installazione en plein air dell’artista e designer Stefano Rossetti, che per sette giorni animerà il cortile esterno del Museo accogliendo i visitatori con opere artistiche e di design, all’insegna dell’amore in tutte le sue declinazioni, e che sarà al centro di una grande festa il 14 febbraio, proprio in occasione di San Valentino.

Una costante atmosfera onirica caratterizzerà il Rossetti Design Park, a cominciare da una monumentale opera gonfiabile alta ben 16 metri, il “Big man” dal cuore luminoso, che saluterà tutti all’ingresso con il suo messaggio d’amore.

 

Attraverso il simbolo universale del cuore, il Rossetti Design Park invita il pubblico a donare amore, in tutte le sue possibili forme. L’invito trova la sua sintesi visiva in un gesto di grande impatto, tanto elementare quanto rivoluzionario, perché permette di costruire ponti tra le persone, in perfetta antitesi con l’indifferenza che invece alza muri e chiude le porte alla condivisione.

In una chiave accessibile a tutti, il Rossetti Design Park ci ricorda che ognuno di noi ha energia positiva da mettere in circolo nel mondo: per poter stare dalla parte dell’umanità, è necessario dire “I CARE” (mi interessa, mi sta a cuore), seguendo un motto che ha una grande storia di militanza civile. Tutto il set concepito da Stefano Rossetti mette in evidenza questi valori e punta a suscitare nei singoli visitatori una presa di coscienza interiore che è in grado di diventare un fatto collettivo: avere cura degli altri genera un circolo affettivo che si autoalimenta e si propaga con l’interazione tra le persone, diventando un antidoto all’indifferenza.

Ecco perché la sede del Rossetti Design Park non poteva che essere il MUDEC, che ha a cuore e racconta le culture del mondo e gli infiniti strumenti di espressione della natura artistica umana.

Presso il Design Store sarà in vendita una collezione di “oggetti di compagnia” in edizione limitata, pensati per chi ama circondarsi di forme nuove e divertenti.

 

Il Rossetti Design Park al MUDEC sarà una grande festa pop lunga una settimana basata sulla partecipazione del pubblico che la vive e avrà il suo momento clou nella serata di San Valentino, giovedì 14 febbraio a partire dalle ore 19:30 con un “aperitivo a tema” presso il Bistrot del Museo. A San Valentino si potrà anche visitare le mostre in corso con un biglietto speciale: : chi si presenta con una seconda persona (di qualsiasi sesso) accederà con un biglietto a 20 euro (anziché 24 euro) valido per le mostre “A visual protest. The art of Banksy” e “Paul Klee. Alle origini dell’arte”, mentre per la mostra di Steve McCurry “Animals” l’ingresso valido per due persone sarà di 14 euro (anziché 20 euro).

“Fate l’amore…con protezione!”. Non è il claim rivisitato di uno storico spot pubblicitario, ma l’appello che l’Associazione
L’amore è cieco, ma a San Valentino ci vede benissimo. Infatti, è proprio in occasione della
I designer di Rubinia Gioielli, azienda meneghina che da oltre 30 anni crea gioielli sartoriali,

Pensare all’innamorato abbassa stress e pressione

Per mantenere una pressione sanguigna normale, anche avere un partner romantico può essere utile.

I ricercatori dell’Università dell’Arizona hanno recentemente condotto uno studio, pubblicato sulla rivista Psychophysiology, per determinare in che modo le relazioni intime influenzino la pressione sanguigna e lo stress.

Per fare ciò, hanno chiesto a 102 persone, con un buon rapporto amoroso, di portare a termine un compito stressante. I partecipanti dovevano immergere un loro piede nell’acqua fredda.

Alcuni dovevano rimanere seduti tranquillamente nella stanza, altri dovevano pensare al loro partner.

Il team ha misurato la variabilità della pressione arteriosa e della frequenza cardiaca prima, durante e dopo l’attività.

I ricercatori hanno trovato che quelli che dovevano pensare al partner avevano una pressione più bassa, rispetto agli altri.

Gli autori hanno valutato solo gli studenti universitari ma sperano di poter ripetere lo studio in futuro con persone di varie fasce d’età.

L’autore principale della ricerca, Kyle Bourassa ha commentato questi risultati, dicendo che essi potrebbero aiutare a spiegare i lavori precedenti, che avevano collegato le buone relazioni amorose con una salute migliore .

Fonte: https://onlinelibrary.wiley.com/doi/full/10.1111/psyp.13324

Per molti il Natale non è solo sinonimo di magia ma anche di stress e
Il Natale: un’occasione da non perdere! La Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale, in occasione delle
L'esposizione a lungo termine alle avversità può alterare il sistema della dopamina nel cervello , secondo un nuovo
Troppo stress fa male. Un nuovo studio ha scoperto che quando lo stress interrompe il ritmo

Amore e segni zodiacali, boom di ricerche sul Web in Estate

In Estate sul web boom di ricerche su amore e segni zodiacali.
La ricerca di SEMrush: lo Scorpione il segno più ricercato, 75% sono donne, l’oroscopo più popolare quello di Paolo Fox.
“Come conquistare un uomo” di un certo segno zodiacale è una richiesta molto popolare. E il segno più ricercato sia per gli uomini, che per le donne – è lo scorpione.
Altri segni zodiacali “più desiderati” sono gli uomini bilancia, toro e capricorno, e le donne toro, cancro e capricorno. Tra l’altro alcune donne vogliono sapere come capire se un uomo ariete è innamorato, come trattare un uomo sagittario e come si fa a far innamorare un capricorno.
Le donne sono quasi tre volte più interessate degli uomini (75% contro il 25% delle richieste di ricerca) a trovare informazioni su come conquistare… un certo segno.
Tra le domande più popolari per cui gli italiani cercano le risposte su Google ci sono: quale segno zodiacale è il tuo partner ideale, quali segni zodiacali sono compatibili, come baciano i segni zodiacali, come calcolare l’ascendente del segno zodiacale e qual è il segno zodiacale più intelligente.
Per quanto riguarda gli oroscopi, il più popolare è quello di Paolo Fox (368 mila ricerche mensili), mentre un’altra previsione astrologica popolare è l’oroscopo branko (viene cercato circa 200 mila volte). 40 mila richieste arrivano, invece, per l’oroscopo di Leonardo e Njara.
Quale segno crede negli oroscopi più di altri? Gli oroscopi giornalieri vengono cercati più frequentemente dai vergine, sagittario, gemelli, cancro e pesci.

Il 73 % dei Millennials preferisce chiedere consigli sulla salute on-line prima di andare al
Mamma: la persona più importante per ognuno di noi. Oggi in tutto il mondo ci
Ogni anno Google ci rivela le tendenze delle ricerche per alcune categorie. Cosa cercano gli
Gli ultimi dati sul turismo in Toscana ed a Siena sono incoraggianti: nonostante un periodo

Amore ai tempi del colera

Giovedì 10/Venerdì 11 maggio ore 20
Teatro Gerolamo, piazza Beccaria 8 Milano

Nidodiragno e Pierfrancesco Pisani
in collaborazione con Infinito srl e il Funaro/Pistoia presentano

AMORE AI TEMPI DEL COLERA
Operita musical per cantattrice e suonatori

con LAURA MARINONI

e con Alessandro Nidi (pianoforte) / Marco Caronna (chitarra e percussioni)

regia Cristina Pezzoli

Laura Marinoni come non l’avete mai vista nel capolavoro di Gabriel García Márquez.

Cantare un amore a distanza che dura tutta la vita fino a compiersi nella vecchiaia avanzata è la straordinaria invenzione narrativa di uno dei più grandi inventori di storie del nostro tempo, recentemente scomparso: Gabriel García Márquez.

Ma è anche materia di grande fascino per generare una curiosa occasione di teatro. Teatro della Vita che a volte accade nei modi più inaspettati. Florentino e Fermina si incontrano poco più che adolescenti, si innamorano e si separano, ma si tengono nel cuore da lontano, mentre le loro vite scorrono parallele con le scelte che ne conseguono: marito, amanti, figli, infelicità e abitudine. Quello che si era acceso tra loro nella prima giovinezza si compie con uno stupefacente happy end autunnale, dopo un’attesa durata “51 anni, 4 mesi e undici giorni, notti comprese”. La potente epopea romantica di “L’amore ai tempi del colera” autorizza ad aprire un dialogo tra episodi e personaggi e musica.

RIDUZIONE TEATRALE/ Cinquant’anni d’amore, raccontati in un’ora e mezza
Nella riduzione sono stati condensati gli eventi principali che il romanzo narra in quasi 400 pagine, in un copione di 20 pagine per una durata complessiva dello spettacolo di circa un’ora e mezza, di cui un’ora recitata e mezz’ora cantata. La sfida era riuscire a non alterare la struttura fondamentale del romanzo, facendo una riduzione “in scala” per renderlo adatto al tempo e al linguaggio teatrale senza sacrificare la complessità e la varietà di registri narrativi.

IL PROGETTO MUSICALE / Una ricerca di “fusion” tra parole e musica
La musica accompagna quasi tutto lo spettacolo e la forma scelta è frutto di una ricerca che intende usare parole e musica senza soluzione di continuità. Il progetto musicale è strutturato su un repertorio vasto di matrice prevalentemente “caraibica”: Cuba, Giamaica, Colombia, Venezuela che sono i luoghi in cui è ambientato il romanzo. Ma ci sono anche alcune “incursioni” in altri generi musicali, con contaminazioni tra jazz, flamenco e soul: la scelta di un repertorio non sempre filologico permette di collegarsi ad alcune atmosfere emotive della storia attraverso dei cortocircuiti musicali che risultano estremamente efficaci. Le canzoni prendono spunto dalle vicende e dalle atmosfere del romanzo e rivelano un’inedita e “scanzonata” Laura Marinoni che recita e canta accompagnata dal vivo da Marco Caronna (chitarra e percussioni) e Alessandro Nidi (pianoforte), a cui è affidata anche la direzione musicale. La gioia e la “saudade” del suo canto sprigionano e accompagnano l’intima essenza di questo romanzo da anni diventato un “cult”.

 

ORARI: giovedì 10/venerdì 11 maggio ore 20

BIGLIETTI: da 6 a 34 euro

Nell’ambito della rassegna “Le ragazze raccontano” promossa da MTM-Manifatture Teatrali Milanesi, con un ricco calendario,
Concerto mediterraneo è l’ultima opera musicale di Giacomo Cuticchio. È una suite per fiati, legni, ottoni
Nel panorama della scena teatrale italiana I Sacchi di Sabbia si distinguono per la capacità