Pellicce ecologiche Amanda Baldan: no allo sfruttamento degli animali

Amanda Baldan scende in campo in prima persona per portare avanti la propria battaglia contro il maltrattamento degli animali e lo fa in modo creativo e incisivo.

Secondo la filosofia del brand, la pelliccia non è un semplice capo di moda ma un vero e proprio mezzo per poter manifestare e trasmettere un messaggio etico. Per questo motivo la stilista ha deciso di organizzare uno shooting molto speciale. Protagoniste dello shooting 12 ragazze di Milano, selezionate proprio grazie ai loro ideali, al loro rapporto con i propri cani e alla voglia di mostrarsi in prima persona per una lotta condivisa.

Tra le partecipanti allo shooting troviamo anche diversi volti noti:

Ginevra Rossini

Nicole Moellhausen Tronchetti Provera

Sylvie Moellhausen

Alice Cavagna

Valentina Cavagna

Stefania Brandimarte

Loredana Querini

Valeria Badalamenti

Federica Fumagalli

Francesca Muggeri

Camilla Guccione Prata

Melissa Mandelli

Accanto a loro, in ogni foto, i loro animali.

A effettuare lo shooting è stato Filippo Avandero, giovane affermato fotografo amante dei ritratti e dei nostri amici a 4 zampe. Tra uno scatto e l’altro, Avandero ha cercato di trasmettere il rispetto, la complicità e l’amore per gli animali protagonisti delle foto. Il contrasto tra la pelliccia ecologica indossata dalle ragazze e la pelliccia naturale “indossata” dai loro amati cani risulta chiarissimo agli occhi di qualsiasi osservatore. L’obiettivo dello shooting, infatti, è dimostrare che le pellicce naturali appartengono agli animali e l’essere umano non ha nessun diritto di indossarle.

Secondo il più recente Rapporto Italia di Eurispes, il 76,8% degli italiani considera i propri
Gli scarafaggi stanno diventando sempre più un problema, sono molto difficili da eliminare e stanno
Partire per una vacanza tutti insieme, senza dover lasciare il proprio cane da solo in