Natale sostenibile a Roma e Milano

Piazza del Duomo a Milano, tra i più simbolici luoghi d’Italia, festeggeranno il Natale in maniera sostenibile e certificata: hanno infatti scelto di abbellirsi con alberi di Natale provenienti da boschi e foreste certificati PEFC, lo schema più diffuso in Italia e nel mondo per la certificazione della gestione forestale sostenibile.
L’albero di Natale che è stato donato al Vaticano dall’arcidiocesi polacca di Elk proviene dalla Polonia: un abete rosso di 28 metri di altezza, certificato per la gestione sostenibile della foresta d’origine.

L’abete rosso, collocato al centro della Piazza del Bernini accanto all’obelisco, rimarrà acceso fino a domenica 7 gennaio 2018, giorno con cui si conclude il Tempo di Natale ed è stato decorato grazie ad alcuni bambini che hanno partecipato ad un programma di ceramico-terapia gestito dalla Fondazione Contessa Lene Thun Onlus all’interno di reparti oncologici.

Una tradizione, quella di offrire l’abete natalizio al Vaticano, iniziata nel 1982 con Papa Giovanni Paolo II che, per la prima volta, lo ebbe in dono da un contadino che trasportò fino a Roma sul suo camion un abete proveniente dalle foreste della Polonia.

 

Dal Trentino, dal bosco certificato PEFC Italia di Dimaro-Folgarida, è giunto invece l’albero di Natale per Piazza Duomo di Milano, che sarà illuminato fino al 7 gennaio da 100mila luci a led e decorato con oltre 700 palline natalizie. Individuato con la collaborazione del Corpo Forestale regionale del Trentino, l’abete è stato donato da Sky: con i suoi 30 metri si attesta come l’albero più alto mai esposto in piazza Duomo a Milano.

 

A Trento albero e presepe certificati PEFC

Firmato PEFC e Trentino è anche il Natale di Piazza Duomo a Trento: l’albero proviene infatti dai boschi certificati PEFC di Candriai, sul monte Bondone (Trentino). Alto 18 metri per 35 quintali di peso, l’abete è stato posizionato grazie alla collaborazione dei tecnici dell’Azienda Forestale di Trento e Sopramonte coordinati dal capoufficio del Servizio attività edilizia del Comune di Trento Dino Franzoi. Accanto all’albero ha preso posto il presepio di Tesero, realizzato anch’esso con legno certificato PEFC, sempre proveniente dai boschi trentini: la struttura è stata realizzata grazie all’esperienza dell’Associazione Amici del Presepio di Tesero, che nel 2015 allestì con legno PEFC anche il presepe di Piazza San Pietro a Roma.

 

Dalla Toscana a Londra: il Natale è certificato

In Toscana, dal Consorzio Forestale dell’Amiata, certificato PEFC Italia, provengono i numerosi abeti bianchi, alti dai 3 ai 5 metri, che sono stati posizionati nelle piazze comunali e nelle scuola dei comuni del grossetano Arcidosso, Castel del Piano, Seggiano, Santa Fiora, Cinigiano e Castell’Azzara.

 

Cervia, in provincia di Ravenna, è stato innalzato in Piazza Garibaldi, al centro della pista di ghiaccio, un abete rosso di 18 metri, donato alla città dal Comune di Pinzolo-Madonna di Campiglio, provincia di Trento: anche i  boschi del Comune di Pinzolo sono certificati PEFC per la loro gestione sostenibile.

 

Anche all’estero, la famosissima Trafalgar Square a Londra e la Grand Place di Bruxelles, patrimonio UNESCO, ospitano abeti rossi certificati PEFC.

 

“Le festività natalizie sono ormai universalmente un periodo da dedicare al rapporto con la famiglia e gli amici. La relazione è proprio uno degli elementi cardine di queste settimane e va riscoperta e apprezzata in questo senso anche quella con il nostro ambiente e la natura”, afferma Antonio Brunori, segretario generale del PEFC Italia. “Scegliere alberi certificati per festeggiare il Natale significa mandare un messaggio importante in favore del corretto utilizzo del patrimonio boschivo mondiale e sensibilizzare un pubblico sempre più ampio. Lo schema di certificazione garantisce infatti trasparenza per la tracciabilità e rispetto dei territorio: siamo quindi fieri di aver contribuito ad abbellire in modo sostenibile così tante piazze italiane”.

L’obiettivo dell’OMS dell’eliminazione dell’Epatite C entro il 2030 è possibile per l’Italia grazie alle nuove
“U=U, Undetectable=Untransmittable, ossia Non rilevabile=Non trasmissibile. Si tratta di un’evidenza rivoluzionaria, poiché permette alle coppie
Domenica 10 novembre dalle 09:00 alle 13:00 si presenta un’occasione imperdibile per salvaguardare la salute
Roma – Proseguono i lavori per la Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia, riunita fino

Aspettando il Natale in Lituania

Alberi di Natale, mercatini, eventi per tutta la famiglia tra Vilnius e Kaunas

E’ tempo di Natale in Lituania: tra decorazioni, mercatini, spettacoli speciali, eventi per tutta la famiglia, Vilnius e Kaunas si stanno preparando per festeggiare al meglio le feste più attese dell’anno.

Vilnius: mercatini di Natale, concerti e spettacoli di luci

Il Natale nella capitale della Lituania è un tripudio di eventi per tutta la famiglia, che hanno inizio il 1° dicembre con l’accensione dell’albero di Natale nella Piazza della Cattedrale.  La cerimonia inizia alle 19:00 e prevede un grande concerto gratuito. Intorno all’albero, lo stesso giorno aprono anche le oltre 50 casette di legno della Christmas Town, il tradizionale mercatino di Natale. Questo è il luogo perfetto per fare incetta di regali, ma anche per trascorrere una giornata immersi nel calore delle feste, gustando i dolci tipici della Lituania come l’apple cheese. Nella stessa data, fino al 7 gennaio, inizieranno i tour del tradizionale Trenino di Natale, che parte dalla Piazza della Cattedrale per portare grandi e piccoli alla scoperta delle strade più belle e decorate della città vecchia. Il 25 al 28 dicembre sul muro esterno della Cattedrale viene proiettata la Favola di Natale in 3D, uno spettacolo di luci e suoni  che attrae ogni anno più di 120.000 visitatori.

La Piazza del Municipio è un altro punto focale delle feste a Vilnius, dove l’albero di Natale viene acceso a partire dal 2 dicembre con un concerto. Qui è in programma un secondo mercato di Natale, aperto tutti i giorni dal 4 dicembre al 7 gennaio. In più, all’interno del Municipio, il 2 dicembre torna l’International Christmas Charity Bazar, giunto alla 15° edizione, dove acquistare prodotti artigianali, decorazioni, dolci e souvenir realizzati dalle mogli degli ambasciatori che risiedono in Lituania. In contemporanea, nella Piazza Rotušės le ambasciate presenteranno le ricette del Natale di diversi Paesi.

La Fiera di beneficienza di Natale si svolge invece il 3 dicembre (dalle 13:00 alle 16:00) nella Piazza Simonas Daukantas: diverse organizzazioni non governative della Lituania presentano qui i loro progetti e si possono acquistare regali di Natale fatti a mano i cui proventi andranno in beneficienza. Dal 12 al 17 dicembre, invece, gli appassionati di design non possono perdere la Christmas Design Square, che si svolge nella Piazza  V. Kudirkos, l’appuntamento più trendy del Natale della capitale.

Anche i più sportivi avranno occasione per entrare nello spirito delle feste a Vilnius, partecipando il 17 dicembre alla Vilnius Christmas Run, una tradizione che si ripete dal 1975. La corsa può essere affrontata da tutti: sono infatti disponibili percorsi da 3, 6 o 12 chilometri.

Da non perdere inoltre i festeggiamenti della notte di Capodanno, con fuochi d’artificio nella Piazza della Cattedrale. Mentre il giorno dell’Epifania, 6 gennaio, è in programma la processione dei Re Magi con inizio alla Porta dell’Aurora alle 16:30 e grande finale nella Piazza della Cattedrale.

Kaunas, l’albero da primati e le fiere di Natale

Anche la vicina Kaunas, seconda città della Lituania a circa un’ora di distanza da Vilnius, non è da meno in fatto di festeggiamenti per il Natale. La città è famosa per il suo albero di Natale, ogni anno diverso e innovativo. L’albero di quest’anno, che verrà acceso il 2 dicembre nella piazza del Municipio, sarà alimentato dall’energia eco-friendly tratta da fondi di caffè, alla cui raccolta sono stati coinvolti tutti i locali e le caffetterie della città.

Oltre alle bancarelle del Villaggio di Natale nella Piazza del Municipio, intorno all’albero, per tutto il mese di dicembre, le opportunità di fare shopping di Natale sono tantissime a Kaunas. Il 9 e 10 dicembre presso la M. Žilinskas Gallery of Art apre il Christmas Pop-Up, dove si danno appuntamento i giovani creativi della Lituania: abbigliamento, accessori, gioielli e non solo sono alcuni degli articoli in vendita in questo mercato di tendenza. Il 10 dicembre, invece, gli edifici modernisti della Kaunas Sport Hall ospitano Gift Town dove trovare giocattoli, libri, accessori per la casa, abiti e gioielli.

Per Natale la Zalgirio arena, la più grande dei Baltici e tempio del basket, ospita due grandi appuntamenti per lo shopping. Il 9 novembre si svolge il Fashion Bazaar, dove scovare grandi brand di moda, mentre il 16 dicembre è la volta della Great Kaunas Christmas Fair, dove trovare tutto per decorazioni e regali di Natalemercatini, fiereni

Il 2018 è un anno particolarmente speciale per la Lituania che invita i visitatori di
La Lituania, paese ricco di storia, cultura e siti naturalistici, partecipa per la prima volta
La festa del patrono della Lituania si svolge dal 3 al 5 marzo, con numerosi

Le lucine degli alberi di Natale possono disturbare la connessione Wi-Fi

Le lucine degli alberi di Natale o quelle con cui si addobbano i balconi o altre cose, durante le feste, possono interferire con i segnali Wi-Fi e rallentare la velocità di connessione, secondo una ricerca dell’Ofcom, l’autorità britannica delle comunicazioni.

Tuttavia, non è solo il Wi-Fi a influenzare la velocità della banda larga. Altri altri dispositivi elettronici, tra cui lampade, altoparlanti, televisori e monitor possono farlo.

L’analisi britannica è stata fatta dopo che una ricerca aveva rivelato che quasi sei milioni di case e uffici nel Regno Unito avevano una poco efficiente connessione Wi-Fi.

Le notizie diffuse dall’Ofcom hanno coinciso anche con il lancio dell’applicazione Wi-Fi Checker, disponibile su iOS e Android, che può controllare la forza e la velocità dei segnali della banda larga.

L’app, della stessa Ofcom, offre anche suggerimenti per la risoluzione dei problemi e aiutare gli utenti ad avere una connessione migliore.

Ad esempio si può spostare il router lontano dai dispositivi elettrici ed elettronici, in particolare da quelli che emettono segnali wireless.

Idealmente i router dovrebbero stare in posizione centrale all’interno della casa e collocati su un tavolo o un ripiano anziché sul pavimento, dice Ofcom.

Riavviare il router e utilizzare un cavo Ethernet può anche contribuire a migliorare la velocità della banda larga.

Facebook, il social network più grande del mondo, ha lanciato la versione beta di una
Ai pannoloni dei pazienti anziani e costretti a letto, presto, potrebbe essere applicato un sensore
Una startup portoghese, che mira a utilizzare dei droni a energia solare, per fornire l’accesso