Parte dalle Marche ‘Cantine aperte’ e solidali

Un’etichetta solidale, una raccolta fondi e due calici griffati per sostenere la ricerca contro il cancro. Sarà un compleanno all’insegna della solidarietà la 25^ edizione di Cantine Aperte, la più grande festa del vino in Europa che, sabato 27 e domenica 28 maggio, aprirà a un milione di enoappassionati le porte di circa 900 cantine in tutta Italia. Lo ha annunciato oggi a Vinitaly il Movimento Turismo del Vino (MTV) Italia presentando la “Bottiglia Solidale”, il progetto realizzato dal Movimento Turismo del Vino delle Marche e adottato da tutte le regioni italiane per sostenere le popolazioni colpite dal sisma. Per Serenella Moroder, vice presidente di MTV Italia e presidente di MTV Marche: “Questo progetto sintetizza in un’etichetta il legame profondo del vino con il territorio, un legame che oggi non può che parlare la lingua della solidarietà. E questa solidarietà, proprio come l’enoturismo che promuoviamo, è in movimento: attraversa tutto il Paese e si concretizzerà in un’ambulanza per le zone interessate dal terremoto”. Le cantine aderenti di tutta Italia, infatti, potranno apporre sui loro vini l’etichetta solidale (“Un Mare diVino al Cuore delle Marche”) realizzata dall’artista marchigiano “Ago” (Andrea Agostini) e vendere il loro vino al prezzo simbolico unitario di 10 euro, interamente devoluto all’acquisto dell’ambulanza. Prosegue inoltre l’iniziativa “MTV per Amatrice”, la raccolta fondi lanciata da MTV Italia a Cantine Aperte in Vendemmia che andrà avanti fino a fine maggio. Si rinnova infine il sodalizio con Airc (Associazione italiana per la ricerca sul cancro), a cui sarà donato tutto il ricavato della vendita dei calici griffati “Cantine Aperte 25”, realizzati in esclusiva per il 25° compleanno della manifestazione. La confezione di due calici Rastal sarà disponibile il 27 e 28 maggio in tutte le cantine aderenti all’iniziativa.

Il vino continua a essere ancora oggi tra le bevande più apprezzate. Basti pensare che
Dedicate a tutti coloro che amano il mondo del vino e vogliono approfondire le proprie
Cibo, musica, intrattenimento e soprattutto Verdicchio. Fino a sabato 20 Matelica celebra il suo grande
Le Notti Rosa: si brinda con I migliori 100 vini rosa d’Italia Slow Food Editore e

OMS: scoperti altri 8 tipi di cancro legati all’obesità

Era già noto che l’obesità e il sovrappeso influenzano lo sviluppo del cancro del seno, del colon, del retto, dell’esofago, del rene e dell’utero. Ora, L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha trovato che l’eccesso di chili è legato a altri otto tipi di tumori: quello gastrico, al fegato, alla cistifellea, al pancreas, all’ovaio, alla tiroide, al meningioma e al mieloma multiplo.

L’eccesso di peso, in misura minore, è legato anche al carcinoma della prostata, del seno maschile e al linfoma  diffuso a grandi cellule B.

Il rapporto dell’Agenzia internazionale per ricerca nel cancro (IARC) ha detto che ci sono “prove sufficienti” che negli esseri umani il grasso corporeo in eccesso aumenta il rischio di questi altri otto tipi di cancro.

Il lavoro è stato fatto da 21 esperti indipendenti, che hanno rivisto più di 1.000 studi.

Gli esperti hanno confermato quello che aveva concluso la IARC in un’altra valutazione pubblicata nel 2002: il sovrappeso e l’obesità sono un fattore di rischio per alcuni tipi di cancro.

L’alterazione metabolica facilita la deregolamentazione e la crescita anormale di diversi tipi di cellule.

Un piano di alimentazione equilibrata e ben distribuita durante la giornata è fondamentale: 5-6 porzioni di frutta e verdura al giorno, il consumo di pesce o carne bianca almeno 2 volte a settimana, sono fondamentali, come lo è un sonno regolare di almeno 6-8 ore a notte.

Ogni giorno praticare qualche attività fisica, come camminare 30 minuti al giorno, almeno 5 volte alla settimana, è pure una buona abitudine.

“Queste semplici strategie possono efficacemente prevenire lo sviluppo dell’obesità e controllarla se già esistente”, hanno detto i ricercatori.

I nostri bambini sono troppo grassi. E' un problema. Per affrontarlo, l’Ospedale  Sacra Famiglia di Erba
Limitare l'assunzione di cibo ai pasti o praticare il digiuno intermittente, può aiutare le persone
Le noci possono aiutare ad evitare l'aumento di peso, nonostante siano ricche di calorie. Esse
Il sovrappeso e l'obesità portano migliaia di persone a iniziare una dieta e a fare

AIRC, dopo le arance della ricerca sul cancro continua la sfida

Non è mai troppo tardi per cambiare, non è mai troppo tardi per fare qualcosa per sé e per gli altri. Se l’evento organizzato dall’AIRC, l’Associazione italiana per la ricerca sul cancro, “Le arance della salute” si sta concludendo, continua l’iniziativa “Hai il coraggio di cambiare?

L’AIRC propone 5 sfide, che possono cambiare la vita: Smetti di fumare, Inizia a muoverti, Mangia più frutta e verdura, Non bere bevande zuccherate, Non bere alcolici.
Leggi tutto “AIRC, dopo le arance della ricerca sul cancro continua la sfida”

"I Linfomi non Hodgkin di tipo aggressivo sono neoplasie che con la terapia corrente si
A Roma il convegno “Dieta giapponese e prevenzione oncologica”. Proprio la dieta giapponese, insieme a quella
Merck, azienda leader in ambito scientifico e tecnologico, ha pubblicato il report Supporting Women With Cancer, presentando
Una nuova imbarcazione, per l’esattezza una Dragon Boat, da destinare sia a uso sportivo ma

“Donne coi fiocchi”: Nuvenia e AIRC insieme

Nuvenia, brand storico nel mercato dell’igiene intima femminile, in collaborazione con AIRC, Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro, lancia l’iniziativa “Donne coi Fiocchi” volta a sostenere la ricerca sui tumori femminili, sensibilizzando le consumatrici a partire dall’acquisto di prodotti pensati per le donne.

Maddalena Corvaglia, ambasciatrice AIRC, è la madrina d’eccezione di “Donne coi fiocchi”, che avrà il compito di coinvolgere tutte le donne a fare la loro parte nella lotta contro i tumori femminili: “Il cancro è una malattia che tocca quotidianamente la vita di moltissime donne – ricorda Maddalena -. Per fortuna la ricerca ha raggiunto traguardi importanti e molte forme di tumore oggi possono essere curate. E’ fondamentale però non fermarsi e continuare a sostenere chi alimenta la ricerca, come AIRC che in Italia finanzia circa 5.000 ricercatori e tantissimi progetti per trasferire in poco tempo le conoscenze dal laboratorio al letto del paziente”.

L’iniziativa, supportata dall’impegno già consolidato di Nuvenia di offrire alle donne la sicurezza di cui hanno bisogno per sentirsi sempre libere di osare, si propone da un lato di promuovere una maggiore consapevolezza rispetto al tema della prevenzione dei tumori femminili, dall’altro di sostenere la ricerca oncologica, finanziando il lavoro dei giovani ricercatori.

“Donne coi fiocchi” prevede infatti che in ottobre e novembre, per ogni prodotto acquistato, Nuvenia donerà 10 centesimi ad AIRC per finanziare la ricerca contro i tumori femminili. Il ricavato sarà destinato a una borsa di studio della durata di 2 anni per una giovane ricercatrice.

E sono proprio due giovani ricercatrici, Elvira Di Ippolito e Ilaria Plantamura, le protagoniste con le loro storie della campagna “Donne coi fiocchi”. Le due ragazze stanno portando avanti il loro progetto di studi in Italia grazie al sostegno di AIRC: “Negli ultimi anni la ricerca oncologica ha fatto notevoli progressi nell’ambito della prevenzione, della diagnosi e della cura, contribuendo a migliorare la sopravvivenza a cinque anni dalla diagnosi per i tumori femminili, portandola ad esempio all’87% per il tumore al seno e al 68% per il tumore della cervice uterina*. I dati relativi all’incidenza sottolineano però che, nonostante le buone notizie, la guardia non va ancora abbassata – proseguono le due giovani ricercatrici -. La ricerca ha fatto e sta facendo molto, ma tra le donne di ogni età deve ancora radicarsi la consapevolezza dell’importanza di aderire agli screening raccomandati e di adottare stili di vita corretti: comportamenti che, nell’insieme, possono ridurre fino al 70% l’insorgenza dei tumori”. (*fonte: AIOM e AIRTUM, I numeri del cancro in Italia 2014)

"I Linfomi non Hodgkin di tipo aggressivo sono neoplasie che con la terapia corrente si
A Roma il convegno “Dieta giapponese e prevenzione oncologica”. Proprio la dieta giapponese, insieme a quella
Merck, azienda leader in ambito scientifico e tecnologico, ha pubblicato il report Supporting Women With Cancer, presentando
Una nuova imbarcazione, per l’esattezza una Dragon Boat, da destinare sia a uso sportivo ma