Gli odori sono alla base della memoria

I profumi e gli odori negli esseri umani possono essere alla base dei ricordi più significativi, secondo un nuovo studio.

Un team internazionale guidato dall’ Università del Queensland ha trovato che il ricordo di un odore richiama gli eventi associati ad esso e che la formazione della memoria a lungo termine si basa sui recettori degli odori.

Anche le preferenze per i diversi alimenti e bevande sono legate al senso dell’olfatto, con le esperienze odorose che modellano le preferenze.

I risultati dello studio possono anche fornire un mezzo per rilevare i primi problemi con la formazione della memoria e il recupero della memoria nel cervello.

Gli individui con disturbi come l’autismo e la schizofrenia o con malattie neurodegenerative come il morbo di Alzheimer e di Parkinson, spesso, hanno un senso alterato nella percezione di un odore, hanno detto i ricercatori.

Lo studio è stato pubblicato sul ‘Journal of Neuroscience’.

Potrebbero interessarti anche...