La pillola che migliora e allunga la vita

I ricercatori del National Institutes of Health, negli Stati Uniti, hanno trovato che una pillola aggiunta alla normale dieta può ringiovanire il corpo e aiutare a lottare contro l’invecchiamento.

Il medicinale, centrato su una proteina chiamata SIRT1 (sirtuina 1), rende meno inclini alle malattie, mettendo il corpo nelle condizioni di riparare se stesso.

Attivando la proteina, aumenta la durata della vita di un individuo e si ritarda la comparsa delle malattie legate all’età, come il diabete, il colesterolo alto, le malattie cardiache e infiammatorie.

La nuova scoperta, sperimentata su modelli animali, ha rallentato l’insorgere dell’invecchiamento nei topi e ha ritardato la comparsa delle le malattie correlate all’età.

Il ricercatore Rafael de Cabo, ha detto che un attivatore della sirtuina 1 sintetico è capace di aumentare la durata della vita oltre a migliorarla e a rafforzarla.

Finora, lo studio è stato fatto su degli animali, ma in futuro potrà essere fatto anche su degli esseri umani, con l’obiettivo finale di rinviare le malattie correlate all’età, più che per estendere la durata della vita.

I ricercatori sono riusciti a estendere la durata della vita dei topi di circa l’8,8 per cento, in media.

Secondo lo studio, l’insorgenza della malattia di Alzheimer o il diabete nell’uomo possono essere ritardati di 10 o 15 anni.

Le nuove scoperte sono state pubblicate su ‘Cell Reports’.

Una nuova pillola anti-invecchiamento potrebbe aiutare gli esseri umani a vivere fino a 150 anni.
Alcuni medici in California e a Boston hanno sviluppato prima pillola di insulina al mondo
Un nuovo studio ha trovato che un composto chiamato EP055 si lega alle proteine dello