Giunto alla Stazione Spaziale internazionale il modulo “Cygnus”

La capsula senza equipaggio Cygnus della società americana Orbital Sciences, lanciata con successo giovedì per la sua prima missione di rifornimento della Stazione Saziale Internazionale (ISS), domenica 12 gennaio è giunta a destino.

Quando Cygnus si è avvicinata alla stazione, è stata agganciata dal braccio robotico della stazione, gestito all’interno da due dei sei membri dell’equipaggio della ISS, l’astronauta americano Mike Hopkins e il suo collega giapponese Koichi Wakata.

Cygnus ha così portato nella stazione spaziale 1.260 kg di attrezzature scientifiche per gli esperimenti da fare nello spazio.

Cygnus, rimarrà ancorata alla IIS fino al 18 febbraio, poi sarà disancorata e si distruggerà nell’impatto con l’atmosfera sopra l’Oceano Pacifico.

Quello di Cygnus È il quinto volo fatto da una capsula privata all’ISS.

L’Orbital Sciences è una delle due aziende, insieme a SpaceX, ad essere stata scelta dall’Agenzia spaziale degli Stati Uniti.

La capsula “Cygnus” è stata costruita in Italia dalla Thales Alenia.

Due astronauti della NASA hanno compiuto una passeggiata spaziale lunga più di sei ore per
Tre astronauti dalla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) sono tornati sulla terra. Il trio è atterrato
l'astronauta italiana Samantha Cristoforetti, in collegamento dalla Stazione spaziale internazionale con Fabio Fazio, su Rai
Allarme rientrato quasi subito sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS), che ospita anche l'italiana Samantha Cristoforetti.