Maggiore è l’ansia, più alto è il rischio di ictus

In un nuovo studio, pubblicato sull’American Heart Association journal Stroke, alcuni ricercatori hanno collegato l’ansia al rischio di ictus, indipendentemente da altri fattori.

Per un periodo di 22 anni, hanno studiato un gruppo di 6.019 persone di età compresa tra i 25 e i 74 anni, sottoponendo i partecipanti a domande, esami del sangue, esami medici e dei questionari psicologici per valutare i livelli di ansia e di depressione.

E’ emerso che, negli ansiosi, il rischio di ictus era del 33 per cento più alto che negli altri.

“Ognuno ha un po’ di ansia ogni tanto. Ma quando essa è elevata e/o cronica, può avere un effetto negativo sul sistema vascolare negli anni”, ha detto Maya Lambiase, dell’University of Pittsburgh School of Medicine.

Le persone con livelli elevati di ansia sono più propense a fumare e a essere fisicamente inattive. Hanno più elevati livelli dell’ ormone dello stress, con maggiore frequenza cardiaca o pressione sanguigna alta, ha aggiunto.