Categorie
News Notizie

Domenica 4 ottobre torna Urban Nature

Condividi

Ampliare la conoscenza sulla natura in città e promuovere la partecipazione attiva, aggregare e attivare la comunità per scoprire e curare le aree verdi di cui spesso ignoriamo anche l’esistenza, coinvolgere le tante realtà civiche impegnate nella gestione di aree verdi, parchi urbani, orti sociali e giardini condivisi. Tutto questo è Urban Nature, la Festa della Natura in Città targata WWF, giunta alla sua IV Edizione, che ogni anno anima parchi e giardini della principali città italiane coinvolgendo cittadini e scuole in eventi di citizen science e citizen conservation.

Safe cities safe children: Urban Nature 2020

Abbiamo imparato a scoprire l’importanza delle Natura in Città durante il difficile lockdown e ad apprezzare ogni segnale di recupero di spazi urbani da parte di animali e piante in questo difficile 2020. Anno della crescita dell’iniziativa Urban Nature di WWF Italia, la campagna che da quattro anni vuole rinnovare il modo di pensare gli spazi urbani dando più valore alla natura e promuovere azioni virtuose da parte di amministratori, comunità, cittadini, imprese, università e scuole per proteggere e incrementare la biodiversità nei sistemi urbani.

Safe cities: città resilienti

L’elemento caratterizzante per Urban Nature quest’anno è la resilienza dei sistemi naturali nelle città; la sicurezza garantita dalle nature based solutions nella gestione dei nostri corsi d’acqua in aree densamente edificate; la particolare attenzione da dedicare agli interventi di adattamento ai cambiamenti climatici.

A questo si aggiunge la necessità di ripensare le nostre città in funzione dei sistemi naturali che le circondano, e che in esse vengono ricompresi, partendo da una corretta gestione delle acque urbane, dalle problematiche legate al rischio idrogeologico e all’adattamento ai cambiamenti climatici e alla tutela degli ecosistemi acquatici (fiumi, zone umide).

Safe Children

La natura rappresenta una «scuola» importantissima per i bambini che, purtroppo, nei paesi di più antica industrializzazione, sono costretti a stili di vita sempre più sedentari, con minori gradi di autonomia e costretti a esperienze e socialità sempre più virtuali. Si tratta di un vero e proprio deficit di natura che condiziona in modo evidente la crescita e la salute psicofisica delle nuove generazioni

Contest Scuole – L’impegno delle Scuole per la Natura in Città (IV edizione)

Al tema della natura in città è stato dedicato anche un Contest per le scuole, protagoniste della riqualificazione del proprio territorio.

Nonostante l’emergenza Covid e le relative difficoltà di lavorare su progetti educativi a distanza, tanti Istituti scolastici di 10 regioni diverse hanno presentato una serie di proposte inerenti azioni concrete di recupero di spazi della scuola (cortile e giardini) per aumentarne la biodiversità urbana (dagli orti didattici alla piantumazione di specie autoctone) e/o recuperare parchi e giardini pubblici di interesse cittadino. Numerosi progetti soprattutto di Istituti comprensivi evidenziano la necessità di ri-appropiarsi di spazi educativi sicuri in natura (aule verdi o laboratori in natura).

Da evidenziare il grande lavoro di coinvolgimento da parte di tutte le Scuole di Amministrazioni, Enti , Associazioni cittadine, a testimonianza che le azioni condivise sono il primo passo verso il successo di tutti i progetti per assicurarne la concreta fattibilità.

I migliori 8 progetti per categoria saranno premiati il 28 settembre a Roma e supportati da WWF per la loro realizzazione come previsto dal bando di concorso.

Contest #WWFURBANNATURE – Scatti di Natura da Casa

Con più di 400 fotografie scattate dalla finestra di casa, i cittadini durante i mesi di pandemia, hanno partecipato al contest fotografico diviso nelle 4 categorie “ Il Mio Spazio Verde”; “Amici della Città”, “ Il Valore della Natura in Città” e Il Mio Ricordo Migliore a testimonianza che la Natura Urbana è fonte di benessere e necessità primaria.

I migliori scatti saranno protagonisti della mostra fotografica online allestita per l’evento di domenica 4 ottobre.

Together possible. Aspettando domenica 4 ottobre 2020

Nelle principali città italiane sono molte le realtà civiche impegnate nella tutela e gestione del verde, dei parchi urbani e della biodiversità (di api e impollinatori, di rondini e rondoni), del singolo fiume, dei giardini condivisi e degli orti sociali: una pluralità di soggetti che si prendono cura del bene naturale comune. È proprio a queste realtà che il WWF si è rivolto a partire dalla scorsa edizione di Urban Nature per valorizzare la loro azione integrandola con quella della propria rete in difesa delle biodiversità urbana in occasione della Festa della natura in Città di domenica 4 ottobre che si svolgerà in tutta Italia.

Il 2020 ha visto crescere il numero degli “Amici di Urban Nature” con decine di realtà locali e l’adesione da quest’anno di associazioni nazionali (ANMS – Associazione Nazionale Musei Scientifici, AIGAE – Associazione Italiana Guide Ambientali e Escursionistiche, Cittadinanza Attiva, FIAB – Federazione Italiana Amci della Bicicletta, Federazione Pro Natura, Federazione Apicoltori Italiani e tantissimi altri) che si affiancano e affiancheranno alle organizzazioni locali del WWF per festeggiare e far conoscere attraverso tante attività ( escursioni, visite guidate, seminari, cacce al tesoro e mostre ..) rivolte sai cittadini la Natura delle nostre Città.

L’evento Urban Nature 2020 (che al momento ha ricevuto i patrocinii del Ministero dell’Ambiente della Tutela del territorio e del Mare, del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca e dell’ANCI) sarà un grande occasione per lanciare la forte richiesta di ripensare le nostre città in funzione dei sistemi naturali che le circondano. Le nostre città possono essere ridisegnate mettendo al centro la gestione virtuosa del territorio urbanizzato, contenendo il consumo di suolo, progettando e riqualificando gli spazi liberi e verdi i nostri corsi d’acqua e le zone umide in funzione del tutela e valorizzazione del nostro capitale naturale, del benessere, della qualità della vita e della sicurezza delle popolazioni.