Categorie
Intrattenimento News

Ideatori e registi di Tovaglia a Quadri, hanno realizzato il film Pan de’mia

Condividi

Da venticinque anni Tovaglia a Quadri si svolge fra le mura medievali di Anghiari, in provincia di Arezzo, come evento fortemente identitario, una “cena toscana con una storia da raccontare in quattro portate”. Raccontare una storia, ogni anno diversa, seduti uno accanto all’altro ad ascoltare, parlare, ridere, condividere. Quest’anno sarebbe stata la venticinquesima edizione, ma a causa dell’emergenza sanitaria, ogni pubblico spettacolo prevede il distanziamento per motivi sanitari, e vieta la somministrazione di cibo se non secondo protocolli impossibili da attuare in un evento come questo.
Tovaglia a Quadri è da sempre un evento unico, irripetibile. Ogni edizione, ogni replica, ogni singolo quadro ha una sua vita, un suo respiro. Un respiro che abbraccia la piazza del Poggiolino, dove si è sempre svolto l’evento, per diffondersi nell’aria della Valtiberina fino a svanire, diventando eterno nella memoria di chi lo ha vissuto. Anche in questi tempi di pandemia Tovaglia a Quadri sarà un respiro, unico e passeggero con un vero e proprio film, girato al Poggiolino e nel centro storico di Anghiari, in spazi senza commensali e senza cibo (a norma di legge), mettendo tuttavia al centro della storia un antico forno del pane, protagonista di questo nuovo mondo post-pandemia da esorcizzare. “Pan de’ Mia non è e non sarà mai “solo” un film. I suoi ciak sono stati esperienze di vita, riscritture di 25 anni di lavoro scrupoloso e attento su una comunità della Toscana ‘minore’. Fuori dai circuiti, aspra e crudele, amorevole solo dopo il calar del sole: questa è la nostra Toscana. La forza delle immagini e la chimica del montaggio ci diranno se abbiamo visto giusto quel 17 maggio 2020, quando il  DPCM nell’allegato 9 “Spettacoli dal vivo e cinema”, al punto 8 ha recitato quanto segue: “Divieto di consumo di cibo e bevande e della vendita al dettaglio di bevande e generi alimentari in occasione degli eventi e durante lo svolgimento degli spettacoli” afferma Andrea Merendelli, dramaturg e regista di Tovaglia a Quadri “Non è stato facile spiegare agli spettatori vecchi e nuovi che non potevamo stare a tavola. Che ci eravamo spostati sui tetti per seguire un “positivo” al Covid19, assalito dai luoghi comuni e da crudeltà tipiche della caccia all’untore. Le riprese hanno coinvolto circa un centinaio di persone, ma la mutazione genetica di un evento come Tovaglia a Quadri  è solo provvisoria: coraggio, incoscienza e un po’ di cuore, nella speranza che il pubblico si adatti a questa visione.”

Dal 24 agosto, sera della “prima” in streaming, un nuovo respiro. Dalle 20,30 – all’ora in cui la luce del tramonto conquista la Piana della Battaglia – questo respiro si diffonderà in percorsi digitali raggiungendo tutti coloro che vorranno viverlo e renderlo eterno nella propria memoria prima che, poco dopo, svanisca per sempre, all’ora in cui le luci del Poggiolino si spengono.
Il film (così come ogni anno lo spettacolo-cena), è scritto da Andrea Merendelli e da Paolo Pennacchini. Andrea Merendelli ne curerà anche la regia, mentre alla direzione della fotografia e delle unità video ci sarà Gabriele Bianchini. Il film sarà a richiesta disponibile con sottotitoli in inglese, con uno sguardo al mercato estero che da anni si interessa all’evento (NHK, la tv di stato giapponese, la svizzera RSI e la britannica Talent Tv hanno dedicato documentari e servizi a Tovaglia).
Anche in questi tempi di crisi planetaria legata alla pandemia, non viene meno l’attaccamento a tematiche di memoria civile della collettività, una delle caratteristiche salienti della manifestazione: piccole e grandi storie che vanno dalle miniere etrusche a Leonardo, dal brigantaggio alle deportazioni nazifasciste, dall’emigrazione in Argentina alla svendita dell’acqua pubblica, dagli artigiani alla crisi della sanità fino ad arrivare alla crisi occupazionale della Buitoni, partendo dal locale fino ad arrivare al nazionale. Storie antiche o temi di potente attualità, come afferma Gianfranco Capitta “Gradualmente, con lo scorrere degli anni e delle portate, si è passati dal racconto dei fasti di una celebre cortigiana locale approdata in Vaticano (l’Anghiarina, appunto), al problema degli immigrati che qui sono molti e rendono possibili le grandi coltivazioni di tabacco pregiato”. La carica civile non viene mai meno in questi temi brucianti, che a tavola sono divenuti patrimonio comune, raccontati con l’umorismo toscano che rende “accettabili” le realtà raccontate, tutte pienamente documentate, in un vero e proprio teatro della memoria collettiva in cui la piazza del paese diviene una “zona franca” dove la memoria può essere (o non essere) condivisa da tutti. Le prime tredici sceneggiature sono state raccolte, nel volume Tovaglia a Quadri, tutte le storie, pubblicato nel 2009 con prefazione del critico teatrale Gianfranco Capitta.

Tovaglia a Quadri 2020, venticinquesimo anno
Gli abitanti di Anghiari, forti e orgogliosi, selezionati da secoli di battaglie e pestilenze, hanno riattivato l’antico “forno popolare” del centro storico, risorsa comune che ha consentito a tutti di mangiare. L’attuale pandemia dice che stia facendo riscoprire profondi valori umani, tra questi nuova sensibilità e solidarietà, in un mondo governato da egoismo. Al vecchio forno del pane gli anghiaresi portano ognuno il suo pane a cuocere, un impasto uguale ma diverso, dove ogni famiglia appone al centro un simbolo, un segno, una lettera affinché dopo la cottura ognuno possa riprendersi il “suo”. PAN DE’ MIA, della mia famiglia, della mia storia e anche del mio egoismo.
“Tovaglia a Quadri 2020, Il Film” è una produzione dell’Associazione Teatro di Anghiari, realizzata con il contributo della Regione Toscana e del Comune di Anghiari e con la collaborazione dell’Associazione Pro Anghiari. Main sponsor: Busatti Srl. Partner tecnico per la diffusione streaming: Ipkom Srl. Sponsor: Biokyma Srl, Ecosanit, Grande Impero, Gruppo Alimentare Valtiberino, Verretta, Vimer Srl.

INFO E COSTI: www.tovagliaquadri.com

Ticket singola visione – €15
L’acquisto garantisce una singola visione streaming su PC, Smartphone, Smart TV, Tablet. La visione potrà essere fruita unicamente nei giorni compresi tra il 24 agosto 2020 e il 06 settembre 2020. Il biglietto elettronico singolo permette di avviare la visione nella fascia compresa tra le 20:30 e le 10:30 (del giorno successivo). Una volta avviata, la riproduzione potrà essere momentaneamente interrotta ma non potranno essere ri-visualizzate scene già viste. La visione completa del film dovrà completarsi entro 3 ore dal primo avvio.

Tovaglioli – €45
L’acquisto garantisce una singola visione streaming su PC, Smartphone, Smart TV, Tablet. La visione potrà essere fruita unicamente nei giorni compresi tra il 24 agosto 2020 e il 06 settembre 2020. La sottoscrizione del pacchetto “Tovaglioli” garantisce l’opportunità di avviare la visione in qualsiasi momento (24h) dei giorni sopra specificati. Una volta avviata, la riproduzione potrà essere momentaneamente interrotta ma non potranno essere ri-visualizzate scene già viste. La visione completa del film dovrà completarsi entro 3 ore dal primo avvio.
Chi deciderà di sostenere Tovaglia a Quadri 2020 aderendo all’iniziativa “Tovaglioli” avrà inoltre la possibilità di inserire il proprio nome nei titoli di coda del film e riceverà un attestato digitale personalizzato.

Commensali – €90
L’acquisto garantisce una singola visione streaming su PC, Smartphone, Smart TV, Tablet. La visione potrà essere fruita unicamente nei giorni compresi tra il 24 agosto 2020 e il 06 settembre 2020. La sottoscrizione del pacchetto “Commensali” garantisce l’opportunità di avviare la visione in qualsiasi momento (24h) dei giorni sopra specificati. Una volta avviata, la riproduzione potrà essere momentaneamente interrotta ma non potranno essere ri-visualizzate scene già viste. La visione completa del film dovrà completarsi entro 3 ore dal primo avvio.
Chi deciderà di sostenere Tovaglia a Quadri 2020 aderendo all’iniziativa “Commensali” avrà la possibilità di inserire il proprio nome nei titoli di coda del film e riceverà un attestato digitale personalizzato.
I Commensali avranno inoltre l’opportunità di prenotare Nr.2 biglietti (con scelta del posto) per l’edizione 2021 di “Tovaglia a Quadri” che si svolgerà nella Piazza del Poggiolino di Anghiari dal 10 al 19 agosto 2021. Tale opzione è valida fino ad esaurimenti dei posti riservati per l’iniziativa. La sottoscrizione del pacchetto Commensali non comprende il costo di acquisto dei biglietti di Tovaglia a Quadri 2021 ma unicamente la possibilità di prenotazione dei posti.