Categorie
Intrattenimento News

Cervino CineMountain, al via il festival del cinema di montagna

Condividi

Si arricchisce il parterre di ospiti della XXIII edizione del Cervino CineMountain, il festival del cinema di montagna in programma a Cervinia e Valtournenche dall’1 al 6 agosto. Oltre ai già annunciati Mauro Corona e Didier Berthod, Hans Kammerlander e François Cazzanelli, sul palco del festival saliranno anche Anna Torretta, che insieme a Eleonora Delnevo, l’alpinista bergamasca paralizzata dopo un’incidente alpinistico in Trentino, e Dorota Bankowska, palombara che conosce gli abissi marini e lavora sotto le piattaforme petrolifere nei posti più remoti del pianeta, parlaranno di “Whiteout”, il loro libro fresco di stampa che è un inno alla rinascita. E poi Domenico Quirico, il reporter de La Stampa rapito in Siria nell’aprile 2013 e rilasciato dopo 5 mesi, e Pietro Trabucchi, psicologo che si occupa di prestazione sportiva e autore di diversi libri sulla resilienza e sulla passione, affronteranno il tema della resistenza interiore. E ancora le immancabili incredibili storie dell’ormai pietra miliare del festival, e storicamente dell’alpinisimo himalaiano, Kurt Diemberger, in una matinée di confronto con Hans Kammerlander per ripercorrere le loro carriere e raccontare vittorie e sconfitte.

Svelata anche la giuria di questa edizione 2020, che sceglierà le pellicole vincitrici del concorso internazionale, tra le 26 in gara, e il Grand Prix des Festival, l’Oscar dei film di montagna, storico premio assegnato dal Cervino CineMountain da ormai 23 anni.