Categorie
Casa Lifestyle News

Tutti a tavola! Gerani decorativi per una festa estiva

Condividi
Foto “Pelargonium for Europe”

L’estate è ufficialmente iniziata e, sempre continuando a seguire tutte le dovute accortezze, possiamo finalmente passare un po’ di tempo all’aria aperta, magari in compagnia di qualche amico o parente. I Gerani possono diventare dei preziosi alleati per trasformare la tavola per una piccola festa estiva!

Pelargonium for Europe – protagonista della campagna divulgativa europea dedicata alla pianta del Geranio – regala tante idee per realizzare composizioni ‘DIY’ facili da replicare a casa. Lasciatevi ispirare da queste foto: i Gerani così disposti sono perfetti per decorare la tavola, ma anche per creare dei divisori, nel pieno rispetto delle attuali regole sul distanziamento! Inoltre, perché non personalizzarli con i nomi degli ospiti? Diventeranno degli eleganti segnaposto!

Una piacevole atmosfera estiva, ideale sia per un pranzo più intimo, che per una cena – o perché no, anche per una festa di compleanno!

L’idea in più? Creare delle coroncine di Gerani da donare agli ospiti!

Realizzarle è davvero semplicissimo: basterà del filo, nastri e fiori di Geranio recisi!

Come ottenere una fioritura perfetta:
consigli per la cura dei Gerani

Nei giardini e sui balconi, in estate non possono assolutamente mancare dei Gerani fioriti e dai colori vivaci. In campagna come in città, infatti, questi fiori riescono a infondere una sensazione di benessere e relax aiutandoci a staccare dalla frenetica routine
quotidiana. I Gerani sono estremamente facili da curare, non necessitano di troppe attenzioni e sono quindi perfetti anche per  chi non ha il “pollice verde”. Bastano la posizione adatta, acqua e nutrimenti a sufficienza e una fioriera della grandezza adeguata.
Gli esperti di Pelargonium for Europe, portavoce delle ultime tendenze in fatto di Gerani, rivelano alcuni semplici consigli per  far sì che questa versatile pianta fiorisca alla perfezione per tutta la bella stagione.

Tempi
Una volta salite le temperature e superata l’escursione termica invernale, si ottiene il clima perfetto per posizionare i Gerani all’esterno. In generale, è consigliabile aspettare i mesi di aprile o maggio, regolandosi a seconda della temperatura.

Posizione
I Gerani sono originari del Sudafrica, per questo prediligono i luoghi caldi e a pieno sole, o almeno con un’ombra parziale.
Anche il sole estivo di mezzogiorno, infatti, non è un problema per loro: più ore di sole ricevono, più fiori producono. Le varietà di Gerani zonali doppi o semidoppi hanno bisogno solo di un po’di umidità, quindi sono perfetti per i balconi protetti da una
tettoia antipioggia. Le varietà a fiore singolo, invece, non hanno problemi con la pioggia.

Contenitori
I Gerani crescono meglio se hanno molto spazio a disposizione. Se vengono piantati troppo vicini
ad altri fiori, o se il vaso è troppo piccolo, non riusciranno a raggiungere la piena fioritura. È
quindi bene usare contenitori con una profondità minima di 18 cm, distanziando le piante di
almeno 20 cm l’una dall’altra.

Innaffiatura
Con l’innalzarsi delle temperature e lo sviluppo della fioritura dei Gerani, aumenta anche il loro fabbisogno idrico. Questi fiori, infatti, apprezzano molto la prolungata esposizione al sole, a patto che
vengano annaffiati regolarmente e a sufficienza. È importante evitare che si secchino a lungo, ma è bene anche non creare ristagni d’acqua, che deve sempre drenare correttamente per non far marcire le radici.
È meglio annaffiare le piante lentamente e con piccole quantità di acqua, mentre nei giorni molto caldi si possono annaffiare anche al mattino e alla sera.
Consiglio: esistono degli speciali sistemi di auto-irrigazione, o si possono adottare soluzioni fai da te con bottiglie d’acqua di plastica per facilitare il lavoro. Ecco una guida per calcolare la giusta quantità
di acqua: è bene fornire il 10% di acqua del volume del vaso, che corrisponde quindi a circa mezzo litro di acqua per una pianta in un vaso di 20 cm.

Concimazione
I Gerani hanno delle esigenze nutrizionali piuttosto precise. È bene utilizzare una miscela per
vasi con fertilizzanti a rilascio lento, per garantire il corretto apporto nutritivo alle piante fin
dall’inizio. In estate, il terreno nei vasi avrà una temperatura più alta: per evitare che il
fertilizzante a rilascio lento si esaurisca in fretta, è bene scegliere un prodotto con una durata di
circa 9 mesi. In alternativa, è possibile aggiungere un fertilizzante standard all’annaffiatoio, circa
una volta a settimana. Da settembre in poi, l’uso di fertilizzanti può essere diminuito, o perfino
interrotto durante il periodo invernale.
Come capire quando la pianta ha una carenza di sostanze nutritive? Quando le foglie diventano
giallastre e la fioritura inizia a diminuire.

Cura
È bene rimuovere regolarmente i fiori e le foglie
ingiallite. In questo modo, i Gerani verranno stimolati a produrre nuovi fiori piuttosto che a formare semi. Ecco come eseguire questa operazione correttamente: tenere la base del gambo tra il pollice, l’indice e il medio e reciderlo con un solo movimento. Alcune varietà di Gerani, dette “autopulenti”, lasciano cadere da soli i propri fiori e generalmente producono subito nuovi boccioli.

Foto: “Pelargonium for Europe”