Categorie
In evidenza Lifestyle Salute

Smettere di fumare fa bene a qualsiasi età

Condividi

Il corpo umano è fantastico. Anche dopo 40 anni di fumo, le cellule dei polmoni possono rigenerarsi e creare nuove cellule sane.

Le cellule protettive nei polmoni degli ex-fumatori, dunque, possono riparare l’organo, secondo gli scienziati del Wellcome Sanger Institute e dell’UCL, che hanno fatto un nuovo studio, in cui hanno scoperto che rispetto ai fumatori, le persone che avevano smesso di fumare avevano delle cellule polmonari geneticamente più sane e un rischio molto più basso di sviluppare il cancro.

La ricerca, pubblicata su Nature, mostra che smettere di fumare può fare molto, potrebbe anche consentire alle nuove cellule sane di reintegrare attivamente il rivestimento delle vie aeree.

Il fumo di tabacco danneggia il DNA e aumenta enormemente il rischio di cancro ai polmoni.

Il danno al DNA nelle cellule che rivestono i polmoni crea errori genetici e cambiamenti. Alla fine, un accumulo di queste mutazioni può far dividere le cellule in modo incontrollato e farle diventare cancerose.

Nello studio, geneticamente, le cellule, negli ex fumatori, erano alla pari di quelle delle persone che non avevano mai fumato: avevano un danno genetico generato dal fumo molto minore rispetto a quelle dei fumatori, con un basso rischio di cancro.

Tuttavia, il fumo provoca anche danni più profondi nei polmoni che possono portare a enfisema. Questo danno non è reversibile, anche dopo aver smesso di fumare.

Smettere di fumare a qualsiasi età, quindi, non solo rallenta l’accumulo di ulteriori danni, ma potrebbe risvegliare le cellule non danneggiate dalle scelte di vita passate.