Categorie
In evidenza Lifestyle Salute

L’ibuprofene riduce il flusso mestruale

Condividi

Un tweet diventato virale dice che l’ibuprofene riduce il flusso mestruale.

L’ibuprofene e il naprossene sono entrambi farmaci antinfiammatori non steroidei, noti come FANS, e riducono la produzione delle prostaglandine, le sostanze chimiche che causano la contrazione dell’utero e la perdita del rivestimento uterino.

Nel 2013, uno studio aveva scoperto che l’assunzione dei FANS può ridurre il flusso mestruale in una percentuale che va dal 28% al 49%.

Per ridurre il flusso mestruale, però, bisognerebbe assumere 600 milligrammi di ibuprofene all’inizio del ciclo, quando il livello di prostaglandine è al massimo.

Gli effetti collaterali dell’assunzione di così tanto ibuprofene, come danni ai reni o ulcere allo stomaco, non dovrebbero, secondo gli esperti, interessare le donne sane. Il danno cronico può esserci nelle persone che assumono l’ibuprofene ogni giorno.

L’ibuprofene può ridurre oltre al flusso mestruale anche i crampi causati dal ciclo.