Categorie
Lifestyle Salute

Vita più lunga col digiuno intermittente

Condividi

Il digiuno intermittente può aiutare una persona a vivere più a lungo e in salute.

Una revisione di numerosi studi condotti sugli animali e sull’uomo ha trovato che il digiuno intermittente può aiutare a ridurre il rischio di sviluppare le malattie cardiache, favorire la perdita di peso e l’abbassamento dei livelli di pressione sanguigna. Il digiuno può anche aiutare a promuovere la salute cellulare.

Il professore di neuroscienze Mark Mattson della John Hopkins University, autore dello studio, ha spiegato che esistono alcuni tipi di digiuno intermittente.

Un tipo di digiuno, ad esempio, limita i tempi in cui si mangia a sei – otto ore al giorno e si digiuna a 16 – 18 ore. C’è anche il digiuno di due giorni alla settimana, in cui di solito si ingeriscono fino a 500 calorie, mentre si mangia normalmente nel resto dei giorni.

Il digiuno può innescare un cambiamento metabolico, fase in cui le cellule consumano le loro riserve di carburante e convertono il grasso in energia.

Ma altre scelte di stile di vita possono favorire una vita lunga e sana . Gli esperti consigliano di fare esercizio fisico regolare, di scegliere cibi sani (ricchi di fibre e poveri di grassi), di ridurre l’assunzione di alcol e di evitare il tabacco.

Anche la salute mentale è importante. Chi è più felice o è sano mentalmente può avere una maggiore aspettativa di vita.