Postumi di una sbornia peggiori per i vegani

Cattive notizie per i vegani: un nuovo studio dice che chi segue questo regime alimentare è meno propenso a sopportare i postumi di una sbornia.

In molti alimenti di origine animale, infatti, sono presenti due sostanze nutritive, in una forma particolarmente concentrata: zinco e vitamina B3 (detta anche acido nicotinico). Per questo motivo, le persone che non mangiano carne hanno livelli di zinco e B3 inferiori rispetto al resto della popolazione.

Questo non costituisce un pericolo grave per la salute dei vegani. Ma questi due nutrienti sono utili quando si tratta di sconfiggere i postumi di una sbornia.

La cosa è emersa da uno studio fatto nell’Università di Utrecht nei Paesi Bassi, il quale ha trovato che lo zinco e la vitamina B3 svolgono entrambi un ruolo chiave nel metabolismo dell’alcol.

Lo studio, per giungere a queste conclusioni, ha preso in esame dei soggetti di età compresa tra i 18 e i 30 anni, chiedendo loro di ubriacarsi e valutando in loro i postumi di una sbornia, il giorno successivo, sulla base di dati dietetici dettagliati.