Non può camminare, ha una bottiglia nel retto

Un uomo cinese, di nome Wen, ha dovuto sottoporsi a un intervento chirurgico di emergenza per rimuovere una bottiglia di 17 centimetri che aveva usato per “grattarsi” e che gli era finita nel retto.

L’uomo era andato all’ospedale di Dongguan nel Guangdong (sud della Cina) perché aveva difficoltà a camminare. I medici avevano pensato che fosse un problema di gambe, ma non immaginavano che cosa avrebbero trovato.

Dopo aver esaminato a fondo il paziente, decisero di fare delle radiografie: trovarono la bottiglia nel retto.

Il paziente ha detto ai medici che la bottiglia gli era entrata accidentalmente nell’intestino, perché stava cercando di grattarsi la schiena quando l’oggetto gli era scivolato e gli era rimasto all’interno.

Con l’operazione, eseguita senza inconvenienti, i medici hanno estratto dal retto dell’uomo una bottiglia contenente un tradizionale repellente cinese per zanzare.

La lunghezza dell’oggetto di vetro ha però indotto i medici a dubitare della spiegazione data dal paziente.

Lo stesso giorno, poche ore dopo l’operazione, Wen è stato dimesso, senza alcuna difficoltà, ed è tornato a camminare normalmente.