Categorie
Cultura e Società Notizie

In aumento il numero dei minori vittime di reati

Condividi

Non si arresta l’aumento del numero dei minori vittime di reati in Italia5.990 nel 2018, il 3% in più dell’anno precedente e il 43% in più rispetto al 2009, quando erano 4.178. Anche nel 2018 le vittime sono state in prevalenza bambine e ragazze (59,4%).

È lo spaccato allarmante dei dati elaborati dal Comando Interforze per il nuovo Dossier della Campagna “indifesa” di Terre des Hommes, presentato il 10 ottobre presso la Sala della Regina di Palazzo Montecitorio, che ha acceso i riflettori sulla drammatica condizione delle bambine e delle ragazze in Italia e nel mondo e ha sottolineato la necessità di garantire loro maggiore protezione anche nel nostro Paese.

L’ottava edizione del Dossier “La condizione delle bambine e delle ragazze nel mondo” della Campagna “indifesa” offre una panoramica delle violazioni più eclatanti dei diritti di questa fascia di popolazione, ma anche delle discriminazioni e degli stereotipi di genere che limitano la possibilità di milioni di ragazze di sviluppare liberamente il proprio potenziale e dare il loro pieno contributo alla società. Dai 45 milioni di bambine non nate tra il 1970 e il 2017 a causa degli aborti selettivi, ai 68 milioni di bambine che da qui al 2030 verranno sottoposte a mutilazioni genitali, ai 130 milioni di bambine e ragazze escluse da scuola, che finiscono con l’essere sfruttate in lavori umili e poco retribuiti o col subire abusi e violenze nell’ambito di relazioni e matrimoni precoci.

Per questo l’organizzazione rilancia alla viglia della Giornata Onu delle Bambine (11 ottobre), la campagna Indifesa per accendere i riflettori sulla condizione delle bambine in Italia e nel mondo.