Un cane aiuta a tenere lontano l’infarto

Un nuovo lavoro fatto su 3,8 milioni di persone, che avevano partecipato a 10 studi diversi, ha scoperto che i proprietari di cani avevano avuto il 65 per cento probabilità in meno di morire a seguito di un attacco di cuore.

Gli autori hanno concluso che il minor rischio di morte potrebbe essere dovuto all’aumento dell’attività fisica dovuto alle regolari passeggiate fatte con i cani e alla diminuzione della solitudine e della depressione.

Tove Fall, professore dell’Università di Uppsala in Svezia, ha detto: “Sappiamo che l’isolamento sociale è un forte fattore di rischio per malattie e morte prematura… studi precedenti avevano indicato che i proprietari di cani sperimentano meno isolamento sociale e più interazione con altre persone. Inoltre, tenere un cane è una buona motivazione per l’attività fisica, che è un fattore importante nella riabilitazione e nella salute mentale.”.

“Sono necessarie ulteriori ricerche per confermare una relazione causale e dare raccomandazioni sulla prescrizione di un cane per la prevenzione”, ha, tuttavia, detto Fall.

“Inoltre, dal punto di vista del benessere degli animali, i cani dovrebbero essere tenuti solo da persone che hanno la capacità e le conoscenze giuste per dare all’animale una buona vita.”.

Potrebbero interessarti anche...