L’obesità è associata ad abitudini intestinali anormali

L’obesità è di solito associata a un aumentato rischio di altre patologie (malattie cardiache, diabete e malattie gastrointestinali), ma c’è una condizione meno nota e consiste nella relazione tra l’obesità e le abitudini intestinali anormali.

Su Alimentary Pharmacology & Therapeutics, un team di ricercatori del Beth Israel Deacons Medical Center (BIDMC) ha trovato una forte associazione tra obesità e diarrea cronica, indipendentemente dalla dieta, dallo stile di vita, dai fattori psicologici o dalle condizioni mediche di un individuo.

Analizzando la salute intestinale di 5.126 pazienti di età superiore ai 20 anni, che non avevano l’intestino irritabile, la celiaca o il cancro al colon, i ricercatori, dopo aver controllato la dieta, l’attività fisica, il diabete, l’uso di lassativi e i fattori demografici, hanno scoperto che gli obesi avevano il 60 per cento di probabilità in più di avere la diarrea, rispetto agli altri.

I ricercatori non sanno perché le persone obese siano più propense rispetto alle altre persone ad avere la diarrea. Una possibile spiegazione può trovarsi nella correlazione tra obesità e infiammazione cronica, cosa che può contribuire alla diarrea.

“Il trattamento delle condizioni mediche legate all’obesità e alla grande obesità richiede una gestione multidisciplinare”, ha dichiarato Anthony Lembo, autore principale dello studio e gastroenterologo del BIDMC, osservando: “I medici dovrebbero essere consapevoli del rapporto tra obesità e diarrea, soprattutto per i potenziali impatti negativi che le abitudini intestinali alterate possono avere sulla qualità della vita.”

Potrebbero interessarti anche...