L’apprendimento di più lingue scongiura la demenza

L’apprendimento di più lingue potrebbe aiutare a scongiurare la demenza, secondo un nuovo studio fatto da alcuni ricercatori dell’Università di Waterloo e pubblicato sul Journal of Alzheimer’s Disease.

I ricercatori hanno esaminato 325 suore cattoliche romane di Notre Dame negli Stati Uniti. Hanno raccolto i dati dallo studio, valutando  la salute del loro cervello.

Dopo aver esaminato il materiale, hanno scoperto che solo il 6% delle suore che parlavano quattro o più lingue aveva sviluppato demenza, rispetto al 31% di quelle che parlavano solo una lingua.

La lingua è un’abilità complessa del cervello umano e il passaggio da una lingua all’altra richiede flessibilità cognitiva”, ha affermato la coautrice dello studio, Suzanne Tyas.

Il team ha anche valutato la scrittura delle suore, scoprendo che quelle che potevano esprimere al meglio le loro idee sulla carta avevano anche un rischio di demenza inferiore.

“Questo studio dimostra che mentre il multilinguismo può essere importante, dovremmo anche esaminare ulteriormente altri esempi di abilità linguistiche”, ha detto Tyas. “Inoltre, dobbiamo sapere di più sul multilinguismo e su quali aspetti sono importanti, come l’età in cui una lingua viene appresa per la prima volta, la frequenza con cui ogni lingua è parlata e quanto simili o diverse siano queste lingue.”.

Gli scienziati ora sperano che i loro risultati possano aiutare i linguisti a creare delle strategie che promuovano il multilinguismo nel tentativo di ridurre il rischio di demenza.

Potrebbero interessarti anche...