Da Milano a Tokyo: il Salone del Mobile protagonista dell’Italian Fair

Dal 18 al 30 settembre, il Salone del Mobile.Milano sarà protagonista dell’Italian Fair degli storici grandi magazzini Isetan Shinjuku di Tokyo con una installazione dedicata ai Maestri del design a cura di Ferruccio Laviani

Nati nel 1886 come negozio di stoffe per kimono, trasferitisi nel 1933 nell’elegante quartiere di Shinjuku a Tokyo e, oggi, diventati una must-see attraction per i visitatori della capitale nipponica, i grandi magazzini Isetan, celebrano da anni, a settembre, il prodotto italiano – dal food alla moda al design – con la rassegna Italian Fair che quest’anno vede grande protagonista il Salone del Mobile.Milano.

Dal 18 al 30 settembre, le 9 vetrine dell’edificio saranno caratterizzate dal colore rosso che contraddistingue dal 1961 – anno della nascita del Salone del Mobile – l’immagine della Manifestazione, anticipando attraverso i ritratti e una breve biografia di 11 Maestri del design italiano l’installazione ideata e curata da Ferruccio Laviani intitolata “Salone del Mobile.Milano Isetan Shinjuku”.

Entrando negli spazi del piano terra si viene accolti da quattro totem a specchio che introducono il visitatore al Salone del Mobile.Milano, raccontandone la storia e mostrando immagini delle ultime edizioni.

Le scale mobili decorate ad hoc per l’evento conducono al quinto piano, solitamente quello dedicato all’arredo, dove un ampio spazio rettangolare abbraccia l’ospite. Dal soffitto, grandi sfere continuano a raccontare la storia del Salone del Mobile.Milano mentre un grande schermo presenta la storia del design italiano attraverso quella degli 11 Maestri che l’hanno reso celebre nel mondo intero: Franco Albini, Gae Aulenti, Achille Castiglioni, Joe Colombo, Anna Ferrieri Castelli, Vico Magistretti, Alessandro Mendini, Bruno Munari, Gio Ponti, Ettore Sottsass e Marco Zanuso.

Potrebbero interessarti anche...