Giuseppe Occhiato, tra storia, arte e scrittura

Martedì 13 agosto 2019, a Mileto (Vibo Valentia), presso il Museo Statale di Mileto, è stata inaugurata la mostra Giuseppe Occhiato Arte e scrittura.

L’esposizione, curata da Mimmo Corrado, Giulia Fresca, Franco Galante e Franco Valente, è dedicata alla figura ed all’opera di Giuseppe Occhiato (Mileto 1934 – Firenze 2010).

Il percorso espositivo è suddiviso in tre sezioni:

– “la storia”, con l’esposizione dei reperti archeologici recuperati e studiati dallo stesso Occhiato e per la prima volta in mostra, il manoscritto restaurato di Uriele Maria Napolione di proprietà dell’Archivio Storico Diocesano e di un Registro abbaziale ed i miracoli di San Fortunato, manoscritto del XVII;

– “la scrittura”, dedicata alla presentazione delle principali opere dell’Autore tra le quali anche lettere e manoscritti nonché revisioni di opere ripubblicate;

– “l’arte” improntata sugli schizzi, sui rilievi ma soprattutto sui dipinti, appartenenti alla collezione di famiglia e a privati che li hanno offerti per l’occasione, realizzati da Giuseppe Occhiato ed in grado di offrire una visione altra del grande studioso.

 

L’esposizione rimarrà aperta al pubblico fino al 13 ottobre 2019.

 

Il Museo Nazionale del Cinema di Torino ospita, dal 25 settembre 2019 al 6 gennaio
Dal 6 luglio al 22 settembre 2019 il Magazzino delle Idee a Trieste presenta, per