Progetto Quid per aiutare le donne con un passato di fragilità

Schmid, azienda milanese produttrice di tessuti e materiali per le scarpe e gli accessori dei maggiori marchi italiani e internazionali, continua a sostenere i progetti sostenibili e di qualità stringendo una partnership con Quid, impresa sociale fondata da Anna Fiscale che ha come obiettivo quello di dare lavoro a persone vulnerabili, soprattutto donne, che hanno combattuto e superato situazioni difficili a livello personale o sociale.

L’azienda milanese guidata dal CEO Paolo Ciccarelli ha donato infatti quasi 2.300 metri di materiali, di cui la maggior parte velluto e glitter, unici per qualità e colori, con cui sono stati creati tre accessori per la linea moda Progetto Quid dell’impresa sociale veronese che saranno presentati a settembre, inizialmente in esclusiva solo presso il Quid Store di Milano.

Tre gli accessori realizzati con i materiali di Schmid: uno zaino con base di velluto bordeaux abbinato ad un tessuto in ecopelle, e due tipi differenti di astucci in più varianti in velluto e glitter. Entrambi sono stati realizzati per mano di donne con un passato di fragilità a cui è stata data la possibilità di essere reinserite nel mondo del lavoro attraverso l’impiego in attività produttive che rispondono alle logiche del mercato e che allo stesso tempo stimolano una partecipazione attiva alla bellezza e alla creatività.

Qualità e stilema anche sostenibilità sociale e supporto alle persone meno fortunate, attraverso il recupero di tessuti di qualità, superati dal vorticoso evolversi della moda ma che non hanno ancora concluso il loro ciclo vitale e la loro utilità. Questi i concetti chiave a cui si ispira la filosofia di Schmid, perfettamente in linea con i valori di Progetto Quid” ha dichiarato Paolo Ciccarelli, Presidente e AD Schmid “Siamo da sempre attenti sia alla qualità e alla tracciabilità dei prodotti sia   alla possibilità di generare esternalità positive sulla società che ci circonda: questa collaborazione, così come le altre che sosteniamo attivamente, ha come obiettivo quello di ridurre lo spreco dei materiali e di sostenere un importante progetto sociale mettendo così le basi per una collaborazione duratura che allunga e arricchisce la vita dei nostri prodotti e dona loro utilità e futuro”.

 

Potrebbero interessarti anche...