Aperte le iscrizioni per il “Vertical Run” contro la violenza sulle donne

In salita lungo 39 piani del Palazzo Regione Lombardia a Milano, per dire STOP alla violenza contro le donne.
Si sono aperte in questi giorni le iscrizioni su www.libellulaflyup.com, (sito ufficiale) sul quale si potranno reperire maggiori informazioni.
Si terrà il prossimo 15 settembre e sarà davvero un grande evento spettacolare per dire Stop alla Violenza contro le donne: una Vertical Run, non competitiva, in salita lungo 39 piani del Palazzo Regione Lombardia a Milano.
Un evento sportivo promosso dal Progetto Libellula, (il primo network di aziende unite contro la violenza sulle donne e la discriminazione di genere) un programma di responsabilità sociale, ideato e sostenuto da Zeta Service, insieme alla collaborazione della Regione Lombardia e dell’agenzia “Space and Event”. Patrocinato dal Comune di Milano, dalla Federazione Italiana Atletica Leggera, dal CONI – Comitato regionale Lombardia e da ConfCommercio – Terziario Donna. Charity Partner della manifestazione sarà Action Aid.
Zeta Service, specializzata in payroll e amministrazione del personale in outsourcing, è un’azienda da sempre orientata al benessere delle persone e ha una forte connotazione femminile, con l’80% di donne al suo interno. E’ stata proprio questa attenzione per le donne, concretizzatasi nel Progetto Libellula, che ha portato all’ideazione di questo evento dal forte valore sociale.
Le aziende, infatti, non sono solo dei posti in cui si lavora, ma sono i luoghi dove tutti trascorrono la maggior parte della propria giornata, pertanto, si trasformano in ambienti nei quali possono e devono essere veicolati dei messaggi e trasmessi dei valori. Sono quindi il volano da cui partire per diffondere una nuova cultura e diventano incubatrici di virtù quali il rispetto verso il prossimo e verso le diversità che caratterizzano l’essere umano” – così ha dichiarato Silvia Bolzoni, Presidente di Zeta Service.
Con le loro voci incantano i più importanti teatri d’opera del mondo. Ora, il tenore Francesco Meli, e
Parkinson? Quanti luoghi comuni sulla seconda malattia neurodegenerativa per dimensione in Italia dopo l’Alzheimer. Oggi
Italia, corre l'anno 1969. Un anno inquieto e travagliato si annida sotto il manto delle