L’inquinamento atmosferico favorisce l’aterosclerosi

L’inquinamento atmosferico non ha solo un impatto sull’ambiente ma anche sulla salute. È già stato collegato allo sviluppo della demenza, come quella causata dal morbo di Parkinson e dall’Alzheimer, o alla comparsa del diabete. Ora i ricercatori hanno trovato una nuova connessione tra l’inquinamento atmosferico, dovuto ad esempio dalla vicinanza al traffico, e il rischio di aterosclerosi.

I risultati di uno studio di due anni sono stati pubblicati sulla rivista JAMA Network Open. Lo studio ha trovato che l’inquinamento atmosferico può portare ad un rischio più elevato di aterosclerosi, patologia che può portare a gravi condizioni cardiovascolari (ad ipertensione, a malattie cardiache e ad attacchi di cuore).

Lo studio è stato condotto per un periodo di due anni con partecipanti, che avevano dai 25 ai 92 anni. I ricercatori hanno esaminato le persone sulla base del loro calcio coronarico e della loro malattia coronarica per stabilire questo collegamento.

L’aterosclerosi è l’accumulo di placca nelle pareti delle arterie, cosa che, con il tempo, può portare a problemi cardiaci più gravi, ‪limitando il flusso di sangue al cuore.

Il nuovo studio ha trovato che è necessario mantenere il cuore sano e le arterie pulite. In questo contesto alcuni cibi possono aiutare a mantenere le arterie libere dall’accumulo di placca. Essi sono, ad esempio, l’avocado, le noci e le nocciole, gli asparagi, la curcuma, i broccoli.

Potrebbero interessarti anche...