Vita più lunga con la menopausa tardiva

La menopausa, che si verifica nella donna, in media, intorno all’età di 52 anni, circa un anno dopo la fine delle mestruazioni, è un passo importante nella vita femminile, in quanto segna la fine del periodo fertile.

In menopausa, le ovaie smettono di funzionare a causa del normale esaurimento dello stock di cellule riproduttive femminili. Tuttavia, in alcune donne la menopausa arriva tardi, mentre in altre presto.

Secondo un nuovo studio pubblicato sulla rivista Menopause, l’età in cui si verifica la menopausa è fortemente influenzata dalla genetica: una ragazza può sapere l’età in cui non sarà più in grado di avere figli conoscendo l’età in cui sua madre è andata in menopausa.

Naturalmente, fattori non genetici come il fumo, la chemioterapia e un alto indice di massa corporea (BMI) possono influenzare l’età in cui si verifica la menopausa precoce. Ma, se le madri hanno avuto una menopausa precoce, è probabile che anche la figlia la abbia.

In questo contesto, il nuovo studio dice che l’età della menopausa è correlata all’aspettativa di vita. La menopausa tardiva è associata a una maggiore aspettativa di vita.

Per giungere a questa conclusione, i ricercatori hanno identificato le varianti genetiche associate alla menopausa, in base alla longevità familiare. Hanno condotto una meta-analisi di diversi studi sulle varianti genetiche associate all’età della menopausa nelle donne longeve.

Hanno scoperto che le donne che erano state in grado di avere figli dopo i 40 anni, avevano avuto 4 volte più probabilità della donna media di vivere oltre i 100 anni.

“Le varianti genetiche associate alla menopausa tardiva sono associate a una vita più lunga. Anche se i primi periodi e il numero totale di anni di riproduzione non sono stati associati a un invecchiamento più lento, la menopausa tardiva sembra essere associata a un invecchiamento più lento” ha affermato JoAnn Pinkerton, direttore esecutivo della North American Menopause Society (NAMS).

La maggior parte degli animali mantiene la sua capacità riproduttiva per tutta la vita e
                             
Il diabete può essere una fonte di disfunzione erettile, ma i disturbi causati da questa