Spesso inutili gli antibiotici prescritti dai dentisti

Gli antibiotici prescritti dai dentisti a scopo di prevenzione contro le infezioni sono, nell’81 per cento dei casi, del tutto inutili.

Secondo uno studio pubblicato sulla rivista “JAMA Network Open”, gli antibiotici prescritti quando non sono giustificati contribuiscono al problema della resistenza agli antibiotici.

Gli antibiotici preventivi inutili forniscono ai pazienti dei rischi che superano i benefici.

Gli antibiotici sono raccomandati come profilassi prima alcune procedure odontoiatriche per i pazienti con alcuni tipi di patologie cardiache.

I ricercatori dell’University of Illinois-Chicago hanno utilizzato un database nazionale di reclami per l’assistenza sanitaria per esaminare quasi 170.000 prescrizioni antibiotiche date dai dentisti dal 2011 al 2015.

Le prescrizioni avevano coinvolto più di 90.000 pazienti, il 57 per cento femmine, con un’età media di 63 anni.

I ricercatori hanno anche esaminato le prescrizioni trovando che esse erano inutili nell’85 per cento dei casi.

Tra i pazienti che avevano ricevuto prescrizioni di antibiotici inutili, la clindamicina era stato il farmaco più comune, e gli impianti erano stati il motivo più tipico di prescrizione.

Potrebbero interessarti anche...