Gatti e piante: qualche consiglio per una convivenza serena

Tornare a casa dopo una giornata trascorsa in ufficio e trovare un amico a quattro zampe che ci aspetta è sempre molto piacevole: può capitare però che mentre siamo via il nostro felino crei qualche pasticcio, prendendo di mira cuscini, divani e spesso le nostre piante preferite.

Ma una sana convivenza tra piante e gatti è possibile, basta seguire qualche accorgimento strategico.

 

1. Scegliere la pianta adatta!

Bisogna evitare soprattutto ciclamino, mughetto e stella di Natale perché, se ingerite, le loro conseguenze possono essere fatali. Attenzione anche ad agrifoglio, oleandro, primule e rododendro, che possono causare disturbi gastrointestinali.

Via libera invece a succulente, banani, felci, calathea, ad alcune varietà di begonia e alla peperomia: piante belle da vedere, facili da manutenere e soprattutto a prova di convivenza con l’amico felino.

 

2. Trucchi extra e buone abitudini

Una volta scelte le piante adatte, si tratterà di evitare le incursioni feline sulle nostre piante di casa. Lo stratagemma più ovvio sarà quindi posizionare i vasi in luoghi inaccessibili, davanzali, mensole o ripiani alti oppure acquistare piante da appendere. Per evitare invece scavi indesiderati, si può ricorrere all’uso di ciottoli larghi e pesanti sulla terra, oppure optare per scorze di limone, il cui odore risulta sgradito al micio.

inviato da Flob

 

  Copyright foto: “Stars For Europe“ Prendersi cura della Stella di
I fiori e le piante non sono solo belli da vedere, essi possono anche essere