Alcuni additivi alimentari induriscono le arterie

I ricercatori dell’Università della Georgia hanno pubblicato uno studio, in cui descrivono in dettaglio i potenziali nuovi fattori che contribuiscono all’indurimento delle arterie.

L’indurimento delle arterie è un fattore di rischio per le malattie cardiache, principale causa di morte, in tutto il mondo.

Oltre ai noti fattori, come lo stile di vita rischioso (mancanza di esercizio fisico, ad esempio) lo studio ha rilevato che, alcuni fattori ambientali comuni possono contribuire a indurire le arterie.

Il nuovo studio ha coinvolto oltre 1.200 partecipanti. I ricercatori hanno trovato che anche cose comuni come dieta e fumo, possono contribuire alla rigidità arteriosa.

Oltre ai fattori di rischio già noti, associati con l’indurimento delle arterie, come gli alti livelli di colesterolo, il diabete e l’ipertensione, gli additivi alimentari e alcuni ingredienti comuni possono essere causa delle arterie indurite, al di fuori dell’ambito dei fattori di rischio tradizionali.

Ulteriori ricerche saranno necessarie per far luce su come questi fattori possano influenzare l’indurimento delle arterie, in periodi di tempo lunghi.

L’autore dello studio Changwei Li ha spiegato: in questo studio, abbiamo identificato molti metaboliti legati al bere caffè, al bere alcolici, all’assumere degli integratori alimentari e dei pesticidi contenuti negli alimenti.

Il nostro studio ha trovato che alcuni additivi alimentari possano causare la rigidità arteriosa, ha spiegato l’esperto.

Dato l’ampio utilizzo di tali additivi, studi futuri indagheranno ulteriormente il loro ruolo nella rigidità arteriosa.

Potrebbero interessarti anche...