In Baden-Württemberg torna in scena lo spettacolo della natura

Con la bella stagione, torna ad alzarsi un sipario verde sul Baden-Württemberg. In questo soleggiato lembo meridionale di Germania la natura è di casa e in primavera dà letteralmente spettacolo.

Non pensate “solo” a parchi e giardini che si risvegliano, di cui pure la Regione pullula e va giustamente fiera, ma a vere e proprie avventure green.

E’ ora di scrollarsi l’inverno di dosso e regalarsi passeggiate, escursioni, pedalate, gite in occasione di una vacanza agrituristica… Parchi e oasi protette, alpeggi, fiumi, laghi, forre e cascate, campi, boschi e vigneti vi aspettano per una rigenerante full immersion nel verde.

Natura da esplorare, natura da vivere. Di giorno, come di notte. Si, perché la scelta green in Baden-Württemberg parte già dall’alloggio. Non solo alberghi immersi nel verde e strutture ricettive ecosostenibili, ma un’ampia scelta di agriturismi, anche insoliti. Come per esempio l’Hofgut Hopfenburg di Münsingen, agri-campeggio perfetto per le famiglie, che, oltre ad appartamenti e alloggi tradizionali, offre sparse nei campi soluzioni abitative indipendenti davvero originali.

Si può scegliere di alloggiare in un carro gitano, un tipi indiano, un carrozzone del circo, una tenda da safari o una yurta mongola. Tante le attività proposte, nella natura e nel rispetto della natura: passeggiate sensoriali oppure con gli asini, laboratori di riciclo creativo, bricolage e cucina a chilometro zero, escursioni alle luci dell’alba o nel buio delle grotte, proiezioni e conferenze a tema ecologico, approfondimenti sulle attività agrituristiche, lezioni di intaglio del legno, corsi su flora e fauna, trekking con pic-nic, safari fotografici, osservazione delle stelle ecc.

Tra le esperienze letteralmente nel verde, da non perdere in Baden-Württemberg il Baumwipfelpfad, nella Foresta Nera: un’occasione unica di esplorare la celebre regione boschiva, direttamente ad altezza… di albero. Uno straordinario percorso didattico, lungo una passerella e su per una torre rigorosamente in legno, che –tra le chiome di imponenti abeti, pini e faggi- si estende complessivamente per oltre un chilometro, a 20 metri d’altezza. Che diventano 40, se si raggiunge la cima della torre panoramica. Lo scenario da lassù –a un passo dal cielo e sopra un mare verde- è talmente bello, rigoglioso e ossigenante che verrebbe voglia, letteralmente, di piantare le tende.

Nella Foresta Nera, in realtà, il campeggio libero è proibito, ma niente paura: oggi a disposizione dei turisti zaino-in-spalla ci sono sei nuovi Trekkingcamp. Le piazzole sono dotate soltanto di focolare e wc compostante, il resto è solo natura selvaggia. Come un campeggio libero, ma regolamentato, nel rispetto dell’ambiente. I campi, a una giornata di cammino l’uno dall’altro, sono nascosti nel bosco e per trovarli occorrono le coordinate GPS.

Potrebbero interessarti anche...