Dormire supini peggiora le malattie neurodegenerative

La posizione della testa durante il sonno può avere effetti negativi sulle malattie neurodegenerative.

Dormire sulla schiena potrebbe aumentare il rischio di queste malattie che interessano il cervello, secondo un nuovo studio pubblicato sul Journal of Alzheimer’s Disease.

“Abbiamo confrontato i ritmi del sonno a casa in pazienti con compromissione della memoria a causa di malattie neurodegenerative con quelli di un ampio gruppo di persone anziane con capacità mentali normali”, ha detto Daniel J. Levendowski, autore principale dello studio e presidente di Advanced Brain Monitoring.

“Dormire a testa in giù (cioè in posizione supina) per più di 2 ore è risultato nello studio un marker notturno essenziale per caratterizzare chi ha problemi di memoria dopo aver controllato fattori come età, sesso, russamento, apnea ostruttiva del sonno e movimenti durante la notte.”

Secondo gli esperti, la posizione della testa durante il sonno potrebbe influenzare la clearance delle proteine ​​neurotossiche nel cervello.

Potrebbero interessarti anche...