Il consumo di fibre previene molte malattie letali

La maggior parte delle persone in tutto il mondo non consuma la quantità di fibra necessaria per prevenire delle malattie potenzialmente letali, secondo una nuova ricerca commissionata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità , fatta dai ricercatori dell’Università di Otago e pubblicata su The Lancet.

Lo studio, fatto su 243 lavori, condotti in quasi 40 anni, ha rilevato che l’assunzione di almeno 25-29 g di fibre al giorno è legata a una riduzione del 15-30% dei tassi di tumori, potenzialmente letali, di ictus e di malattie cardiache. Ma in tutto il mondo la maggior parte delle persone consuma meno di 20 g di fibre al giorno.

Gli esperti hanno scoperto che per ogni aumento di 8 g di fibre, i decessi totali da malattia coronarica, diabete di tipo 2 e cancro del colon-retto crollano del 5-27 per cento.

I ricercatori non hanno riscontrato alcun rischio associato al consumo di fibre, ma gli autori della revisione nutrizionale hanno osservato che il consumo di molte fibre potrebbe avere effetti negativi per le persone con bassi livelli di ferro o di altri minerali. I cereali integrali, ricchi di fibre, a loro volta, possono ridurre ulteriormente i livelli di ferro.

“Questa ricerca conferma che l’assunzione di fibre e cereali integrali è chiaramente importante per la salute a lungo termine”, hanno detto gli esperti.

Scendi dalle nuvole, Esci dal guscio, Non mettere la testa sotto la sabbia: questi i tre messaggi della
Lo sviluppo di nuove tecnologie nel trattamento delle patologie oncologiche ha migliorato notevolmente la prospettiva
Sentiamo spesso dire che bisogna fare almeno 10.000 passi ogni giorno, per rimanere in salute.