Le bibite zuccherate favoriscono l’insufficienza renale

Filed under In evidenza, Lifestyle, News, Salute

Un nuovo studio americano ha analizzato il danno causato dalle bibite sui reni, trovando che il consumo di bevande zuccherate aumentava del 61% il rischio di sviluppare l’insufficienza renale cronica.

Il nuovo studio, condotto dai ricercatori della Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health di Baltimora, ha seguito 3.003 uomini e donne afro-americane in uno studio a lungo termine che si è concentrato sui fattori di rischio per le malattie cardiache quali ipertensione, ictus, infarto e diabete.

I ricercatori hanno preso in considerazione l’assunzione di bevande zuccherate da parte dei soggetti, grazie a dei questionari completati tra il 2000 e il 2004 e tra il 2009 e il 2013.

I risultati del lavoro, pubblicati sul Clinical Journal of the American Society of Nephrology (CJASN), hanno mostrato che il consumo combinato di bibite, bevande zuccherate e acqua era associato ad un aumentato rischio di sviluppare l’insufficienza renale cronica.

I partecipanti allo studio che avevano consumato la maggior quantità di bevande zuccherate avevano avuto un rischio del + 61% di sviluppare l’insufficienza renale rispetto al gruppo che aveva consumato meno bibite.

I risultati del lavoro sono stati confermati anche dopo la considerazione di altri fattori di rischio come età, sesso, indice di massa corporea, fumo, attività fisica, ipertensione, diabete, colesterolo HDL e LDL e una storia di malattie cardiovascolari.

I ricercatori sono stati anche sorpresi di notare che l’acqua era tra le bevande che aumentavano il rischio di insufficienza renale. Il consumo di acqua dei partecipanti includeva acqua aromatizzata e talvolta addolcita.

You must be logged in to post a comment Login