L’Alzheimer sarà trattato con i farmaci per l’HIV?

Filed under In evidenza, Lifestyle, News, Salute

Una nuova ricerca ha scoperto che un enzima dell’HIV svolge un ruolo cruciale nel guidare la patologia cerebrale correlata all’Alzheimer, alterando il gene APP.

I risultati dello studio giustificano “una valutazione clinica immediata delle terapie antiretrovirali HIV nelle persone con malattia di Alzheimer“, affermano gli autori dello studio.

Mentre il ruolo esatto della proteina APP è ancora sconosciuto, gli scienziati hanno trovato collegamenti tra le mutazioni in questo gene e il rischio di insorgenza precoce della malattia di Alzheimer.

Nello specifico, oltre 50 diverse mutazioni nel gene APP possono innescare la malattia, rappresentando circa il 10% di tutti i casi di Alzheimer ad esordio precoce.

Una nuova ricerca, pubblicata sulla rivista Nature , offre rivelazioni sul gene APP.
Gli scienziati del Sanford Burnham Prebys Medical Discovery Institute (SBP) di La Jolla, in California, hanno scoperto che lo stesso tipo di enzima che consente all’HIV di infettare le cellule ricombina il gene APP in un modo da creare migliaia di nuove varianti genetiche nei neuroni delle persone con l’Alzheimer.

Fondamentalmente, i nuovi risultati suggeriscono che le terapie antiretrovirali attualmente utilizzate per il trattamento dell’HIV possono essere utili anche per il trattamento del morbo di Alzheimer.

You must be logged in to post a comment Login