Glaucoma: esiste il drenaggio intelligente

Filed under In evidenza, Lifestyle, News, Salute

I pazienti affetti da glaucoma in futuro potranno utilizzare degli impianti per trattare la loro condizione, drenando l’occhio, con una tecnologia diversa da quella esistente, che raramente dura più di alcuni anni a causa dell’accumulo di microrganismi che distruggono la funzionalità dell’impianto.

Secondo la Purdue University dell’Indiana, che ha fatto un nuovo studio, circa la metà dei dispositivi esistenti smette di funzionare entro cinque anni dall’impianto. Questo perché i film di microrganismi crescono al loro interno, bloccando i canali di drenaggio.

Il team guidato dalla Purdue tuttavia avrebbe trovato una soluzione tecnologica intelligente: il magnetismo. Il team di ricerca ha sviluppato un impianto intelligente che si pulisce da solo.

Il tubo di drenaggio di questo nuovo impianto contiene minuscoli microattuatori magnetici (fatti di nichel) che vibrano quando sono esposti a un campo magnetico. Queste vibrazioni scuotono tutti i biomateriali che si sono accumulati all’interno del tubo, sciacquandoli via.

Il dispositivo sarebbe non solo molto più affidabile, ma potrebbe essere anche personalizzabile.

L’impianto ha anche la capacità di cambiare la sua resistenza al flusso. A differenza di molti altri impianti, è possibile adattare questo dispositivo a persone specifiche e aggiornandolo man mano che il glaucoma cambia nel tempo.

Gli scienziati stanno attualmente cercando di brevettare la tecnologia e sperano di trovare aziende disposte a concederla in licenza. In tal caso, il nuovo impianto potrebbe diventare un trattamento immediato per i pazienti affetti da glaucoma che altrimenti si dovrebbero accontentare di soluzioni più temporanee.

Un articolo sulla ricerca è stato recentemente pubblicato sulla rivista Microsystems and Nanoengineering .

Il glaucoma si verifica in genere quando un blocco nei canali di drenaggio dell’occhio provoca l’accumulo di umor acqueo che si produce più rapidamente di quanto possa fuoriuscirne. Ciò aumenta la pressione intraoculare, che a sua volta può danneggiare il nervo ottico, causando la cecità.

Il nuovo impianto può essere particolarmente efficace nel ridurre tale pressione.

 

You must be logged in to post a comment Login