UA-72767483-1

Lavorare fino a tarda età mantiene il cervello sano

Filed under In evidenza, Lifestyle, News, Salute

Continuare a lavorare può mantenere il cervello sano e ridurre il rischio di Alzheimer

La dott.ssa Jessica Langbaum, scienziata del Banner Alzheimer’s Institute in Arizona e direttore associato all’Alzheimer’s Prevention Initiative, ha recentemente dichiarato che l’interazione sociale e la soluzione dei problemi legati al lavoro possono aiutare a rimanere mentalmente agili.

Essere socialmente impegnati, mantenere il benessere mentale, impegnarsi in un esercizio fisico mirato, dormire da sette a otto ore ogni notte, avere buone abitudini alimentari… sono tutte cose importanti per la salute generale del cervello, ma è importante anche avere una sana occupazione.

Molte persone, dopo essere andate in pensione, usano i cruciverba e altri giochi per rimanere mentalmente impegnati. Anche se non c’è nulla di sbagliato in queste attività, le sfide mentali sono più vantaggiose, perché implicano il pensiero strategico, il pensiero innovativo, talora il multitasking e la pianificazione.

Le attività impegnative, ma anche divertenti, fanno bene alla mente.

Quando si va in pensione trovare attività impegnative che rendono felici è importante: potrebbe essere il volontariato, praticare un hobby come la fotografia, ricominciare una cosa che è piaciuta in gioventù, trovare un nuovo hobby.

Forti reti di supporto sono fondamentali per le persone anziane, specialmente quando si tratta di salute del cervello.

Anche una vita sociale sana, oltre a un pasto sano è un’ottima ricetta per migliorare la salute del cervello.

La salute cerebrale, è, insomma, una combinazione di diversi elementi.

You must be logged in to post a comment Login