UA-72767483-1

Conosci lo shampoo al caffè?

Filed under Cultura e Società, News
Da secoli ci accompagna da mattina a sera. In casa, appena svegli, per una sferzata di energia naturale, come digestivo o semplicemente per puro piacere.
Ma il caffè si presta ad una infinità di utilizzi in svariati modi. Per esempio la bellezza dei capelli.
Ecco i benefici dello shampoo al caffè secondo Cialdapoint:
Vediamo come inserire il caffè nella beauty routine dedicata alle nostre chiome corte o lunghe, femminili e maschili.
Lo shampoo al caffè nasce da una tecnica del Brasile, ed è efficace per far crescere i capelli più velocemente, rallentandone la caduta. Lo dimostrano gli studi condotti dalle cliniche universitarie di Berlino e Jena.
La caffeina contenuta nel caffè agisce direttamente sui bulbi piliferi del cuoio capelluto. I grani del caffè, inoltre, fanno anche un leggero scrub (o esfoliazione) al cuoio capelluto, stimolando la circolazione sanguigna senza essere troppo aggressivi. Inoltre, l’aggiunga di caffè, e quindi caffeina, allo shampoo, è efficace per il trattamento dell’alopecia androgenetica, più comunemente nota come calvizie, comune soprattutto tra gli uomini.
Possiamo risparmiare qualcosina e prepararci uno shampoo al caffè direttamente in casa e in maniera fai da te, ci bastano solo 2 ingredienti: 200ml di shampoo bio, 2 cucchiai di caffè in polvere per moka.
Ma come bisogna procedere?
Versate la polvere di caffè nel flacone dello shampoo, anche con l’aiuto di un imbuto, agitate la stessa e lasciate a riposo per 48 ore. Nel caso vorreste conservare lo shampoo per più di 7 giorni aggiungeteci 2 gocce di conservante. Utilizzate lo shampoo al massimo 2 volte a settimana, agitando costantemente la bottiglia di shampoo prima dell’uso. Massaggiate a lungo il cuoio capelluto con lo shampoo al caffè, in maniera circolare, mai troppo bruscamente, per circa un 5 minuti. Infine risciacquate molto bene, eliminando ogni residuo di caffè.
Lo shampoo al caffè non deve mai essere utilizzato per più di 3 mesi consecutivi, ogni 3 intervallate con 1 mese di “astinenza” permettendo ai capelli di respirare. Lo shampoo al caffè è assolutamente sconsigliato per chi possiede capelli chiari, perché potrebbero scurirsi, in questo caso sostituite il caffè con la polvere di guaranà, chiara ma ricca di caffeina. 
Natura, risparmio e praticità. Pochi gesti che vi faranno fare incetta di caffè per fare una scorta sia in cucina che nella vostra sala da bagno.

You must be logged in to post a comment Login