Il colesterolo cattivo non provoca malattie cardiache

Un nuovo studio, apparso su Expert Review of Clinical Pharmacology, dice che non c’è un collegamento tra gli alti livelli di colesterolo cattivo e le malattie cardiache.

Il lavoro, condotto da 17 medici di tutto il mondo, consiglia ai dottori di smettere di usare le statine come misura preventiva.

L’uso del farmaco è sempre stato altamente controverso, con i medici che non sono d’accordo sulla sua efficacia.

Ora, il nuovo studio è giunto alla conclusione che alti livelli di colesterolo cattivo non provocano malattie cardiache, dopo aver esaminato i dati di 1,3 milioni di pazienti.

I dottori sono, tuttavia, d’accordo sul fatto che le statine siano utili per quelli che hanno già sofferto di infarto.

Le uniche persone a cui si dovrebbero prescrivere le statine sono quelle con un rischio accertato di malattie cardiache, dice il nuovo studio.

Potrebbero interessarti anche...