Il colesterolo cattivo non provoca malattie cardiache

Un nuovo studio, apparso su Expert Review of Clinical Pharmacology, dice che non c’è un collegamento tra gli alti livelli di colesterolo cattivo e le malattie cardiache.

Il lavoro, condotto da 17 medici di tutto il mondo, consiglia ai dottori di smettere di usare le statine come misura preventiva.

L’uso del farmaco è sempre stato altamente controverso, con i medici che non sono d’accordo sulla sua efficacia.

Ora, il nuovo studio è giunto alla conclusione che alti livelli di colesterolo cattivo non provocano malattie cardiache, dopo aver esaminato i dati di 1,3 milioni di pazienti.

I dottori sono, tuttavia, d’accordo sul fatto che le statine siano utili per quelli che hanno già sofferto di infarto.

Le uniche persone a cui si dovrebbero prescrivere le statine sono quelle con un rischio accertato di malattie cardiache, dice il nuovo studio.

Una delle cose significative che una persona può fare per ridurre il rischio di malattie
Solleticare l'orecchio con una piccola corrente elettrica potrebbe rallentare il processo di invecchiamento negli over
Anche le donne più anziane che hanno un peso sano possono avere maggiori probabilità di
Uno studio preliminare presentato al meeting annuale dell'American Society for Nutrition a Baltimora ha trovato