L’insulina rende efficiente il sistema immunitario

Filed under In evidenza, Lifestyle, News, Salute

L’insulina aiuta a regolare i livelli di zucchero nel sangue, e le persone i cui corpi che non ne producono abbastanza, o sono resistenti ad essa, sono esposti al diabete e all’obesità, ma anche alle infezioni.

L’insulina, infatti, ha anche un ruolo nel modo in cui i nostri corpi alimentano le risposte immunitarie, secondo gli specialisti del Toronto General Hospital Research Institute (TGHRI) in Canada, che hanno fatto un nuovo studio, per vedere l’impatto dell’insulina sul sistema immunitario.

Il dott. Sue Tsai col suo team ha trovato che le persone con diabete di tipo 2 o con obesità, dunque, a rischio di diabete, hanno risposte immunitarie molto più povere di fronte alle infezioni e agli agenti patogeni, rispetto alle altre persone senza questi problemi.

Una risposta immunitaria rapida ed efficace è vitale per l’efficienza con cui il corpo può distruggere i virus e combattere le infezioni.

Ricerche precedenti avevano rivelato che un tipo di cellule immunitarie chiamate cellule T presenti nel grasso addominale inducono risposte pro-infiammatorie, che influiscono negativamente sulla reattività del corpo all’insulina.

Ciò suggerisce l’esistenza di un importante legame tra l’infiammazione cronica, le risposte immunitarie inadeguate e la resistenza all’insulina.

I risultati del nuovo studio, illustrati sul giornale Cell Metabolism, dicono che l’insulina stimola l’attività delle cellule T, consentendo loro di moltiplicarsi rapidamente e di inviare ulteriori segnali, attivando il resto del sistema immunitario secondo necessità.

Per giungere alle loro conclusioni, i ricercatori hanno lavorato con dei topi geneticamente modificati per esprimere delle cellule T che non avevano i recettori dell’insulina, in modo da simulare la resistenza all’insulina, esponendoli a diversi tipi di agenti patogeni.

Il gruppo di ricerca ha scoperto che le cellule T senza recettori di insulina avevano risposte più deboli e avevano bisogno di più segnali di “pericolo” del solito, per reagire a una minaccia.

Il lavoro apre nuove strade, che in futuro potranno aiutare a creare farmaci per una migliore regolazione del sistema immunitario e per sviluppare trattamenti più efficaci per le malattie infiammatorie.

You must be logged in to post a comment Login