American Airlines, miglior posto per l’inclusione delle disabilità

Filed under News, Notizie

American Airlines ha ricevuto il massimo del punteggio previsto dal Disability Equality Index (DEI) nel 2018, ed è stata nominata tra le “2018 DEI Best Places to Work for Disability Inclusion” per il terzo anno consecutivo. Il DEI è un’iniziativa nata dalla collaborazione tra il US Business Leadership Network (USBLN) e l’American Association of People with Disabilities (AAPD).

“Siamo onorati di essere stati premiati con un riconoscimento così ricco di significato”, ha dichiarato Suzanne Boda, Senior Vice President di American – Los Angeles executive sponsor of the Disabilities Task Force e membro del board dell’AAPD. “American Airlines è focalizzata nel migliorare costantemente questo ambito. Dalla diversificazione dei fornitori, al supporto e coinvolgimento della comunità, fino alla revisione delle regole che riguardano il trasporto a bordo di animali dedicati al supporto emozionale. American è fiera di creare un ambiente inclusivo e rispettoso per i membri del team ed i passeggeri”.

“American Airlines continua a dimostrare il proprio impegno nell’inclusione delle disabilità ottenendo il massimo del punteggio nel Disability Equality Index di quest’anno”, ha dichiarato Jill Houghton Presidente e CEO dell’USBLN. “Il DEI progredisce ogni anno, spingendo le società a migliorare le politiche di inclusione delle persone con disabilità. American Airlines, ottenendo ancora una volta il massimo del punteggio previsto, testimonia il fatto che sia possibile un continuo miglioramento dell’inclusione delle disabilità”.

L’indice si basa su indicatori chiave di prestazione tra la cultura organizzativa, leadership, accessibilità, assunzioni, ingaggio con la comunità, servizi di supporto e diversificazione dei fornitori. American è partner fondatore del Disability Equality Index.

Partendo dall’assunzione dei membri del team, per arrivare ai passeggeri che la compagnia serve, l’inclusione e la diversità sono elementi fondamentali dell’organizzazione. Un perfetto esempio è il programma It’s Cool to Fly American, realizzato dall’Abilities Employee Business Resource Group. Il programma offre un’esperienza di volo simulata ai bambini affetti da autismo e alle loro famiglie: dal check-in, al passaggio attraverso i controlli di sicurezza, fino all’imbarco sull’aeromobile.

You must be logged in to post a comment Login