Boss della mafia ucciso dalle sue tre figlie

Filed under In evidenza, Insolito, News, Notizie

Il boss della mafia russa Mikhail Khachaturyan (57 anni) è stato trovato morto a Mosca con dozzine di coltellate.

Le sue tre figlie adolescenti (17, 18 e 19 anni) lo hanno ucciso per vendicarsi di anni di abusi sessuali.

Il boss era dipendente dall’eroina e aveva costretto le sue figlie a fare sesso, prendendole anche in giro.

La sera del 27 luglio scorso, l’uomo era assopito in poltrona nella sua casa di Altufyevo, un sobborgo di Mosca, quando è stato svegliato dalle sue tre figlie che erano in piedi sopra di lui. La maggiore, Kristina, 19 anni, gli ha buttato in faccia dello spray al peperoncino. La più giovane, Maria, 17 anni, lo ha pugnalato con un coltello da caccia. La figlia mezzana, Angelina, 18 anni, lo ha colpito alla testa con un martello.

Ora, le tra ragazze sono state arrestate, ma la vicenda divide l’opinione pubblica russa. In molti considerano le tre figlie solo delle vittime, che esasperate hanno compiuto il triste gesto.

You must be logged in to post a comment Login