UA-72767483-1

L’esercizio fisico rallenta l’invecchiamento

Filed under In evidenza, Lifestyle, News, Salute

L’esercizio cardio e l’allenamento della forza possono proteggere dall’invecchiamento, secondo un nuovo studio pubblicato sul Journal of American Heart Association.

Le persone anziane che che puntano su questi due tipi di movimento hanno livelli migliori nei biomarcatori chiave del sangue correlati alla salute del cuore.

Il nuovo studio ha trovato che l’attività fisica regolare, a qualsiasi livello, può essere più utile di un allenamento occasionale ad alta intensità.

Nello studio, le persone anziane che passavano meno tempo a stare sedute e più tempo a muoversi avevano meno segni di malattie cardiache.

Il movimento regolare aiuta la mente, oltre al  corpo, e protegge anche da molti aspetti del lento deterioramento fisico.

Per giungere alle loro conclusioni gli scienziati di Bristol, autori del nuovo studio, hanno esaminato lo stato di 1.600 volontari britannici di età compresa tra i 60 e i 64 anni, che avevano indossato dei sensori di frequenza cardiaca per cinque giorni. Hanno analizzato i livelli di attività fisica dei partecipanti, confrontandoli con gli indicatori di malattie cardiache, come i precursori del colesterolo e i livelli di una sostanza chiamata interleuchina-6.

E’ emerso, nel complesso, che i partecipanti che facevano più attività fisica avevano livelli migliori in tutti i biomarcatori.

Gli effetti erano risultati persino evidenti quando i ricercatori avevano esaminato l’attività dei partecipanti in blocchi di 10 minuti. Ogni 10 minuti passati a fare un qualche tipo di movimento, camminare, giocare a tennis o fare giardinaggio, era legato a miglioramenti misurabili, in almeno un tipo di biomarcatore, correlato alla salute del cuore. Viceversa, ogni 10 minuti trascorsi stando seduti era legato a risultati peggiori nei biomarcatori.

I risultati di questo nuovo studio si aggiungono a un crescente numero di prove che suggeriscono che l’attività fisica può ridurre il rischio di malattie cardiache.

Il nuovo studio dice che due forme di esercizio fisico possono essere la chiave per mantenere giovani il cuore e il cervello. L’esercizio aerobico, o cardio, che è il tipo di allenamento che porta il cuore a pompare più sangue oltre a sudare e l’ allenamento per la forza, che aiuta ad evitare l’invecchiamento dei muscoli, che si indeboliscono nel tempo.

Entrambi questi tipi di esercizio fisico sono importanti per il cuore, parti del quale possono irrigidirsi con l’età. Il ventricolo sinistro, che svolge un ruolo chiave nel rifornire il corpo di sangue appena ossigenato, è particolarmente suscettibile ai danni legati all’età.

Un certo irrigidimento nel cuore può essere prevenuto o addirittura invertito con un regolare esercizio aerobico. Il movimento regolare ha anche benefici per l’invecchiamento del cervello.

You must be logged in to post a comment Login